Marco Santi Guerrieri – Proteggiamo gli animali dalle esche assassine

Chiodi, vetri e spille per uccidere gli animali.

Il Tirreno Lucca 15.02.2017
Riporto molto volentieri un articolo di questa mattina letto su il Tirreno relativamente l’allarme provocato dai continui ritrovamenti di “esche”  atte ad avvelenare o a provocare serissime lesioni agli animali . Gia’ in passato ero stato promotore di una campagna di sensibilizzazione sul problema mettendo in ” Allarme”  chi sul territorio dovendo  assolutamente vigilare , doveva anche essere necessariamente sostenuto  dalle segnalazioni dei tanti possessori di animali e dai cittadini.
Solo con l’aiuto di tutti, infatti, e’ possibile monitorare sufficientemente il territorio dando la possibilita’ alle  associazioni animaliste  e alle guardie ecozoofile  di poter inervenire con efficacia.
 
PORCARI Spille nelle polpette, bocconi al veleno o al vetro, e wurstel con i chiodi: lo scorso anno sono stati numerosi gli episodi di tentata (e in alcuni casi riuscita) soppressione di animali – anche se in queste circostanze la vera bestia era quella a 2 zampe – venuti alla luce nel nostro territorio. Con un allarme particolarmente alto nella Piana. A inizio anno a essere presi di mira furono i gatti, a Capannori: cinque mici furono trovati morti in rapida successione, e, all’ennesimo episodio, gli accertamenti dimostrarono che uno di loro (e presumibilmente anche gli altri) erano stati avvelenati. Poi, a fine marzo, nella frazione porcarese di Rughi, il caso di Zampa: il meticcio di un anno di proprietà di Mirko Doroni e Rachele Pinzauti, tornato a casa con un boccone tra i denti. Togliendolo il proprietario si punse: nel boccone c’era infatti uno spillo. Da qui la corsa dal veterinario, per assicurarsi che Zampa non avesse ingerito altri spilli. Cosa che era invece successa, come emerse dalla radiografia. Il cane, tenuto in osservazione, riuscì a espellere da solo lo spillo, che avrebbe potuto provocare conseguenze devastanti e dolorose, senza bisogno di ricorrere a un’intervento chirurgico. La vicenda di Zampa offrì lo spunto per una mobilitazione politica, che vide impegnati l’ex segretario di Fratelli d’Italia di Lucca Marco Santi Guerrieri e il consigliere comunale Riccardo Giannoni. Nemmeno due mesi dopo, sempre a Porcari, in via delle Pollinelle, i vigili urbani guidati dal comandante Manlio Mancino, insieme alle guardie ecozoofile dell’Anpana, diedero vita a controlli dopo il ritrovamento, mella zona, di un wurstel “imbottito” di chiodi che, se ingerito da un cane, avrebbe potuto avere conseguenze devastanti. Poco distante, qualche mese dopo (a settembre) fu Figaro a rischiare moltissimo. Figaro è il nome del border collie che fu salvato dal veterinario dopo che era stato ferito in modo grave da alcuni frammenti di vetro. Quei frammenti erano in una polpetta che il cane aveva trovato nei gairdini di via Martiri Lunatesi a Capannori, una zona molto utilizzata dai proprietari dei cani per far fare loro una sgambata. E, nella stessa zona, il proprietario di Figaro trovò anche un’altra polpetta a base di vetro. 

Marco Santi Guerrieri, i diritti degli animali vanno tutelati

l caso di " zampa" il meticcio che ha ingerito la salsiccia con le spille … si avvia alla fase due. Domani consegnero'…

Pubblicato da Marco Santi Guerrieri su Venerdì 25 marzo 2016

gg

Rughi, Porcari , "Polpette con spilli" atto terzo …"Il caso finira' anche in consiglio comunale , Riccardo Giannoni…

Pubblicato da Marco Santi Guerrieri su Sabato 26 marzo 2016

Marco Santi Guerrieri – Un piccolo spazio al miglior amico dell’uomo .

In questa foto Elvis , il cagnolino di Roberta Lucchesi , che ha rischiato di morire per asfissia causata da un edema polmonare

In questa foto Elvis , il cagnolino di Roberta Lucchesi , che ha rischiato di morire per asfissia causata da un edema…

Pubblicato da Marco Santi Guerrieri su Venerdì 10 febbraio 2017

 

Marco Santi Guerrieri l’APPATTUMAMENTO di Fratelli d’Italia

Santi Guerrieri: “Fratelli di Italia, bravi…appattumamento fatto”

Santi Guerrieri: “Fratelli di Italia, bravi…appattumamento fatto”
Appattumamento fatto. Giorno nero per la DX lucchese – Oggi il funerale di Fratelli dìItalia

LUCCA – Bene, e’ notizia di ieri sera che anche Fratelli d’Italia , non si e’ dimostrata diversa dalle altre compagini politiche , compiendo in gran segreto l’appattumamento del giorno.  ( Leggi l’articolo da Lo Schermo )

#appattumamento , civicita’ a doppio senso. Leggi l’articolo per capire di più, (Leggi l’articolo)
PER IL BENE DI LUCCA, DA OGGI , FUORI ” LE VERITA’NASCOSTE , LA #DESTRA LUCCHESE NON SI MERITA #FANTOCCI NE ALTRE FREGATURE
LE COMICHE TRE. .Meloni,alla faccia di Sovranismo e Sovranita’ FRATELLI D’ITALIA a #Lucca SI RINNOVA COL VECCHIO confermando la sua posizione di “voltagabbana” moderata e con politici di lungo corso … .. e la lega Nord ingrassa .

 

MARCO SANTI GUERRIERI scrive alla Meloni , GIORGIA non #APPATTUMARE la DESTRA

Un pensiero che invio alla Giorgia Meloni.

Spero per amor di #Destra che a Lucca il nuovo segretario comunale di Fratelli d’Italia non sia un “Raccattato Politico” altrimenti l’appattumamento per stare a galla diventerà “viscerale”.  Un po di coerenza quindi, commissariate la federazione” .           ( Leggi da Lo schermo )

Santi Guerrieri alla Meloni: “Fdi non imbarchi ‘raccattati’ della politica” Dopo aver letto l’intervista a Marco Chiari pubblicata ieri sera a tarda ora sulle pagine di Lucca in Diretta, alcune considerazioni sulla civicita’.  “Credo sia compito di chiunque oggi in gioco avere a cuore il destino politico di Lucca , quello di far si che il centro destra con un intesa comune possa poi facendo prevalere il buonsenso di tutti i contendenti , giungere al successo elettorale “ ( Leggi su Lucca in Diretta )

Marco Santi Guerrieri – esplode lo scandalo delle tessere di FDI – Torselli vaneggia e Zucconi ammette l’errore

Santi Guerrieri: “Fratelli d’Italia restituisca i soldi delle tessere non consegnate”.

Tessere per le quali Guerrieri lamenta non essergli, per buona parte, mai state consegnate pur essendo oltretutto ad oggi decorsi i termini di validità annuale. (Leggi l’articolo completo) 

Marco Santi Guerrieri chiede spiegazioni sulle tessere.

L’ex segretario comunale di Fratelli d’Italia Marco Santi Guerrieri , candidato a sindaco con la sua lista civica ‘ Noi per Lucca ‘ , tira in causa il coordinatore Provinciale Riccardo Zucconi e la responsabile al tesseramento Marina Staccioli entrambi dirigenti di Fratelli d’Italia Lucca richiedendo l’immediata restituzione delle somme raccolte fra la militanza e poi regolarmente versate tramite bonifico bancario e/o carta di credito sui cc. di FDI-An per ricevere le tessere da distribuire agli iscritti.E’ palese che sia stato fatto di tutto per non farmi fare i congressi comunali conclude rincarando la dose Guerrieri , “ Ma che figura ci farebbe la Giorgia Meloni se qualcuno ‘incazzato’ andasse a richiedere ‘forzatamente’ a Fratelli d’Italia la restituzione degli importi pagati ,anteponendogli le impietose risposte fornite dai due dirigenti al sottoscritto, visto che anche il responsabile Nazionale Francesco Lollobrigida era al corrente della gravità dei fatti accaduti a Lucca? ( Leggi l’articolo  completo )

Torselli (Fdi): “Tessere vanno ritirate dal provinciale”

lucca palaceFratelli d’Italia interviene sul tema delle tessere sollevato dall’ex dirigente comunale Marco Santi Guerrieri: “Non siamo disposti a tollerare – dice il portavoce regionale Francesco Torselli – illazioni che mettono in dubbio la nostra onestà. Non esiste al mondo una sola persona che, avendo versato nei tempi e nei modi previsti dal regolamento la quota associativa a Fratelli d’Italia per l’anno 2015, risulti non iscritta al nostro movimento e chi afferma il contrario si assumerà la responsabilità delle sue parole in tutte le sedi opportune. (Leggi l’articolo completo ) 

Fdi, Santi Guerrieri chiude la questione tessere: “Zucconi con una E-Mail conferma che dovevano essere consegnate a me”.

Non si accontenta della replica del coordinatore regionale di Fratelli d’Italia Torselli sulla questione tesseramenti. E Marco Santi Guerrieri, candidato di Noi per Lucca alla carica di sindaco, torna sul tema per specificare alcuni passaggi.
“La replica del coordinatore di Fdi-An – dice – artificiosa ed atta a spostare l’attenzione su temi mai da me sollevati e che niente c’entrano con le mie precedenti dichiarazioni. E’ palese a questo punto l’ennesimo tentativo di portare discredito alla mia persona con l’intera forza di un partito politico e questo non e né corretto né fa il bene della già complicata situazione politica lucchese, alla quale invece tengo particolarmente a cuore”. … innanzitutto Guerrieri affronta … (Leggi su Lucca in diretta ) 

Note: Il materiale tale e capace di dare veridicita’ a tutte le mie affermazioni e’ a disposizione in copia originale , oltre ad altri documenti, e-mail, sms e messaggi di WhatsApp   che arricchiscono di particolari il copioso materiale che ha contribuito anche se solo in parte a rassegnare le mie dimissioni da un partito, gestito da inetti,incapaci e voltagabbana. Da uomo libero e di poche parole , ho sbagliato a credere in un partito che ha fatto della Moralita’ e della Meritocrazia, il proprio cavallo di battaglia solamente a chiacchiere e slogan. 

 

Santi Guerrieri – la sovranità deve essere dei cittadini

Marco Santi Guerrieri presenta la sua lista civica “Noi per Lucca”

 

Conferenza Stampa , martedì, 24 gennaio 2017, presentazione del logo della lista che sosterrà la candidatura a Sindaco Marco Santi Guerrieri
Santi Guerrieri,Francesco Lucchesi, Paolo da Prato

Conferenza Stampa , martedì, 24 gennaio 2017, di  Barbara Ghiselli “Sono italiano, sono lucchese, ho sempre vissuto del mio lavoro e se ho deciso di candidarmi come sindaco di Lucca è perché ho veramente a cuore le sorti di questa città e penso che ci sia bisogno di un cambiamento perché Lucca possa tornare in mano ai cittadini”. Con queste parole Marco Santi Guerrieri ha esordito alla conferenza stampa dove ha dichiarato l’intenzione di candidarsi sindaco  per Lucca e dove  ha presentato la lista civica “Noi per Lucca”, marchio, come è stato spiegato che è diviso in due parti nella parte alta riconoscibile il simbolo della Torre Guinigi che rappresenta la cittadinanza attiva e nell’altra vari slogan tra i quali leggiamo” Stop Invasione”, “Più sanità per non crepare” e “Cittadinanza sovrana”. ( Leggi l’articolo completo dalla Gazzetta di Lucca  )   ( leggi l’articolo completo da Lo schermo )

NoiTv Lucca “ Dopo la sua uscita da Fratelli d’Italia, Marco Santi Guerrieri ha presentato il simbolo della sua lista “Noi per Lucca” con cui si presenterà alle prossime elezioni amministrative lucchesi. Durante una conferenza stampa, il neo candidato del centrodestra ha presentato a grandi linee i punti essenziali del suo programma di governo che verrà comunque definito nei prossimi giorni e che vede Immigrazione e welfare tra i punti principali.
Al momento comunque Santi Guerrieri esclude una sua convergenza su un candidato unico qualora il centrodestra lucchese ne indicasse uno.”
Sovrantita’ alla Città, Sovrantità ai cittadini, Sovranità alla nazione, Sovranità a tutti i livelli, Sovranismo. I motori si scaldano per le amministrative di primavera. Il primo a presentare simbolo, slogan e a dichiare i primi programmi elettorali è stato Santi Guerrieri, questa mattina in conferenza stampa, incentrata soprattutto sulla “sovranità” quella del popolo italiano, ma soprattutto quella dei Lucchesi, prevaricati, – secondo il candidato a sindaco, – da amministratori che non solo non li rappresentano più, ma non li stanno neanche ad ascoltare, mentre aumenta il disagio, la disoccupazione, la povertà, quella reale e aquella materiale, il malessere. Causa, sempre secondo Guerrieri, certo della crisi, ma anche dell’emigrazione che è particolaremente “massiccia, pesante ed invasiva, e non a caso! proprio a Lucca!”.

Santi Guerrieri – Ecco perchè ho abbandonato Fratelli d’Italia

Santi Guerrieri, attacco a Riccardo Zucconi

Marco Santi Guerrieri, candidato a sindaco di Lucca ed ex dirigente comunale di Fratelli d’Italia, spiega in questa breve lettera le ragioni del suo abbandono e del ritorno alla militanza individuale:

Le  centinaia di  messaggi che hanno succeduto la conferenza stampa di ieri mattina, hanno ulteriormente confermato, cha le mia scelta, quella di lasciare Fratelli d’Italia è stata quella giusta. Vero altresì che alcuni, molto pochi per fortuna, non hanno ben capito il perché della mia scelta.

Mi rivolgo pertanto in queste pagine proprio a coloro che non hanno capito il perché mi sono dimesso da Fratelli d’Italia, movimento politico che ho fondato a Lucca nel 2013  e  dove avevo incarichi di prestigio e visibilità. Lasciando da parte per puro pudore personale, i disaccordi con il portavoce provinciale Riccardo Zucconi, per il quale  altro che stendere un velo pietoso non posso fare, vorrei entrare nel merito della cosa  semplicemente affidandomi a queste poche righe: Vivo del mio lavoro di artigiano e non ha mai preso una lira dalla politica . Per passione  e per ben 1436 giorni ho rivestito a vari livelli piccoli ruoli dirigenziali di partito  sia a Lucca che in Provincia. Sono stato Dirigente Provinciale, Segretario Comunale, membro dell’ Assemblea Nazionale, componente  Nazionale del dipartimento  sicurezza e immigrazione  di Fratelli d’Italia, ho trovato anche il tempo di fare le primarie e candidarmi  per il consiglio regionale  della Toscana nel 2015 dove sono giunto terzo , peccato che quando ho chiesto  di poter  fare i congressi  Comunali a Lucca, cioè di chiedere ai tesserati di ELEGGERE  il loro Segretario comunale, tali congressi mi sono stati negati. Per i non addetti ai lavori, cio’ puo’ sembrare poca casa, e difatti lo sarebbe stata se non fosse che: Fratelli d’Italia ha sin dall’inizio avuto principalmente tre cavalli di battaglia: “primarie,congressi e meritocrazia”. Per me i valori della democrazia in politica sono ancora molto importanti  e da uomo libero ho fatto la mia scelta dimettendomi, rinunciando a tutto, pur di continuare ad esserlo. Questo articolo è stato letto 1248 volte

 

Santi Guerrieri -attacca il prefetto sull’invasione dei clandestini

Santi Guerrieri attacca il prefetto sull’invasione di clandestini. E ha ragione

18″La paura fa 90, lacrime di coccodrillo in vista delle amministrative fra Tambellini e Sichi”. Esordisce ironicamente il candidato a sindaco di Lucca Marco Santi Guerrieri affrontando il tema dell’invasione di clandestini cui è stata sottoposta ed è sottoposta ancora oggi grazie al prefetto, la città di Lucca. “E’ di questi giorni la notizia che il sindaco Tambellini in procinto di avviarsi al prossimo giro di boa per le amministrative  di Lucca 2017 – incalza Guerrieri – sia seriamente preoccupato  della polveriera umana stipata  all’interno del campo della CRI in via delle Tagliate. (Leggi l’articolo completo ) 

 

Santi Guerrieri – Si Dimette da FDI e si candida a Sindaco

 Marco Santi Guerrieri lascia Fratelli d’Italia e si candida a sindaco


Dimissioni in blocco dei dirigenti di fratelli d’italia, nella foto Marco Santi Guerrieri, Valerio Biagini  rispettivanente portavoce comunali di Lucca e Altopascio , Francesco Lucchesi dirigente Provinciale di FDI

E’ ufficiale. Da stamani Marco Santi Guerrieri non fa più parte di Fratelli d’Italia. La notizia è stata uffcializzata durante la conferenza stampa frettolosamente annunciata ieri. Oltre a Guerrieri, portavoce comunale del partito, erano presenti Francesco Lucchesi, responsabile della Piana di Lucca e Valerio Biagini, portavoce del coordinamento di Altopascio. Pietro Frati, responsabile della Garfagnana, assente alla conferenza stampa, si accoda alle parole di Guerrieri tramite delega per email. Il messaggio è subito chiaro per tutti: Santi Guerrieri abbandona Fratelli d’Italia e con lui tutto il suo seguito. ( Leggi l’articolo completo ) 10.01.2017 LUCCA – Terremoto nel gruppo provinciale di Fratelli D’Italia. Durante una conferenza stampa, il portavoce comunale Santi Guerrieri ha annunciato le dimissioni quasi in blocco di tutti i coordinamenti comunali della provincia e la sua candidatura a sindaco a capo di una lista civica.

Marco Santi Guerrieri “Telethon”sempre #presente contro le malattie genetiche rare.

Telethon per “dare nuova vita e soprattutto una speranza  ad un esercito “silenzioso” formato da uomini , donne e  soprattutto da tanti  bambini.”

Malattie  dai nomi impronunciabili quelle studiate e combattute da Telethon , malattie genetiche spesso sintetizzate in acronimi che di umano non hanno nulla se non i “legittimi” destinatari. 

Lucca , 16,17 Dicembre 2016 .
Sono trascorsi alcuni giorni dalla chiusura dell’ultima maratona di Telethon, Ma rimarcare  un azione formidabile intrapresa a fronte delle donazioni di tutti, credo sia il minimo encomio per continuare a tenere alto il timone della ricerca . Quindi dare il sostegno al mondo della ricerca e’ un gesto di indubbia civiltà ma soprattutto  di buon senso. Non a caso le scoperte  scientifiche nel campo della medicina  per le  quali  , rimedi e le cure diventano di dominio pubblico  , diventano parte della quotidianità di ciascuno di noi  e di conseguenza direttamente o indirettamente ciascuno di noi ne va a beneficiare.
La ricerca scientifica che Telethon  svolge e porta avanti e’ basata sulla consapevolezza che il grande business della ricerca medica troppo spesso , non trova profittevole  essere altrettanto incisiva relativamente quelle nicchie di popolazione che hanno a che fare con le cosiddette “malattie Genetiche Rare” .15420835_10154925400019165_1407827020852765902_n
Pertanto anche se tutte le ricerche  scientifiche sono importanti , sconfiggere  le malattie rare significa dare nuova vita e soprattutto una speranza di sopravvivenza dignitosa ad  un esercito “silenzioso” formato da uomini , donne e  soprattutto da tanti  bambini.

Nessun umano puo’ restare fuori da queste problematiche , anzi, deve farsene assolutamente carico.  Anche una sola parola spesa a vantaggio della ricerca unita alle tante altre  può  cambiare la sorte di leggi, perverse  e fratricide  verso chi  indiscutibilmente abbandonato dalle istituzioni combatte la propria  malattia  unicamente con l’aiuto di parenti e amici.

guerre

Per questo dopo aver conosciuto persone splendide , impegnate in questa impresa , ho deciso di mettermi a disposizione e farmi carico di questa oggettività.

 

Anche a Lucca, grazie ai tanti volenterosi,  Telethon ha fatto la sua parte  e come tale ha risvegliato le tante problematiche che nel corso delle stagioni  si sono assopite.   Attenzione  , le ricerche di Telethon producono protocolli risolutivi globali , che coinvolgono milioni di bambini  per i quali il loro futuro unicamente  legato alla ricerca costante e progressiva finanziata con le donazioni dei cittadini quale unica fonte di sussidio. Da privato cittadino un osservazione . ” come tutti coloro che significano comprendere che al di la degli stereotipici  notoriamente imposti da chi vorrebbe speculare anche sull’immagine di Tetethon , dietro questo esercito di ricercatori c’e’ la salvezza di milioni di vite umana. Evviva.”
Per web ufficiale di Telethon, fai click qui.

Marco Santi Guerrieri , Lucca

 

 

 

Santi Guerrieri & Biagini – CARBONIZZATORE – colpo grosso ad Altopascio

CARBONIZZATORE   SALANETTI  – ALTOPASCIO COLPO GROSSO .(parte 2)

Aveva ragione Valerio Biagini  portavoce comunale di FDI  ad Altopascio a denunciare “puzza di bruciato” relativamente il                 ” CARBONIZZATORE ” Salanetti – Altopascio.

#santiguerrieri #valeriobiagini
I due portavoce della Piana Lucchese , Santi Guerrieri e Valerio Biagini.

Biagini  dopo aver inviato la documentazione al nostro consigliere Regionale Donzelli che ha richiesto un interrogazione  relativamente il carbonizzatore all’Assessore all’Ambiente Federica Frantoni , ci comunica  che se prima le cose navigavano nel torbido oggi i sospetti che Altopascio sia un papabile candidato a ricevere il carbonizzatore e piu’ che una certezza.  ( Leggi il precedente articolo  che ha dato il via all’indagine )

valeriobiagini-altopascio
Valerio Biagini portavoce comunale di Fratelli d’Italia ad Altopascio

Ma facciamo un po d’ordine , Biagini  dopo aver appreso dalle dichiarazioni dell’assessore all’ambiente Federica Frantoni, che nessun nuovo progetto era stato presentato, ecco che colpo di scena :   “tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino ” , tanto che  infatti  e in contemporanea, una smentita su NOI TV   da parte della Ditta Creo SRL  che disattende le dichiarazioni della Fantoni  dichiarando quanto segue ” Stando alla società proponenti, Creo e Ingelia, in realtà il progetto originario è assolutamente vivo e vegeto e nessuno lo ha mai archiviato.”   ( Guarda il video )  

 ANZI… C’E’ di piu’ nel proseguo delle dichiarazioni   : ” Gli imprenditori nelle settimane scorse hanno tirato fuori ben 400mila euro per istruire la documentazione per la Valutazione di impatto ambientale. Documentazione che sarà presentata entro la fine dell’anno a Firenze. Sarà la Regione poi a fornire una una risposta, presumibilmente entro la prossima primavera.” 

E’ palese che l’interrogazione promossa da Fratelli d’Italia a firma Donzelli su proposta di Valerio Biagini ha tirato in superficie  uno degli aspetti piu’ inquietanti della questione carbonizzatore e precisamente che  non c’e’ nessuna archiviazione e addirittura nessuno stop . 

Valerio
L’articolo di questa mattina a fima di Valerio Biagini

 Qui alcune dichiarazioni fatte da Valerio Biagini alla Stampa : “L’interrogazione regionale sul carbonizzatore, che sta seminando panico fra la popolazione della piana di Lucca, grazie a Fratelli d’Italia ha confermato il momentaneo stop alla costruzione dell’”ecomostro”  Valerio Biagini portavoce comunale di Fratelli d’Italia ad Altopascio, dopo aver parlato con il Consigliere regionale Donzelli autore dell’interrogazione e discussi gli aspetti tecnici e gli eventuali sviluppi futuri circa il carbonizzatore precisa in una nota quanto segue: Come ben spiegato dal portavoce di Altopascio Biagini  -“ La risposta all’interrogazione  non ci ha assolutamente tranquillizzati , infatti come spiegato dall’assessore all’Ambiente  Federica Fratoni che al momento non e’ stato presentato nessun nuovo progetto a decorrere dallo stop di Giugno, ma, ciò solo momentaneamente, in quanto e’ l’assessore  stesso che puntualizza che la Creo S.R.L.  ha annunciato dandone nota alla stampa di voler tornare alla carica con un nuovo progetto   da sottoporre alla Regione .  E’ palese quindi che  una volta  ripresentate le carte con le opportune modifiche che riguarderebbero soprattutto l’impatto ambientale , la Regione non si tirera’ indietro andando  cosi’a  riproporne la fattibilità .”  Il Carbonizzatore è stato più volte accreditato sul territorio del comune di  Altopascio  e la  giunta D’Ambrosio  con a “capo”   l’assessore regionale Marco Remaschi che palesemente ne guida le fila non ha mai preso chiare posizioni al riguardo e verso la cittadinanza altopascese. Difatti c’e’ da stare poco tranquilli in quanto proprio Remaschi in varie occasioni  non ha mai nascosto la propria simpatia alla realizzazione del impianto di carbonizzazione. E’ giunta l’ora che la giunta d’Ambrosio scopra le carte e cosi’ l’assessore Remaschi, conclude Biagini , che invita il capogruppo dell’opposizione Francesco Fagni a formalizzare in sede di consiglio comunale quale siano le intenzioni dell’attuale giunta qualora il territorio del Comune di Altopascio fosse come sembra l’ultimo luogo utile della piana lucchese ad accogliere il carbonizzatore”.
Fratelli d’Italia segreteria Lucca
Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2016/12/15/carbonizzatore-altopascio-santi-guerrieri-fi-stop-solo-momentaneo/

screen-shot-12-15-16-at-06-36-pm
Questa mattina 15.12.2016 su la Nazione cronaca della Piana .
screen-shot-12-15-16-at-06-35-pm
La notizia che ha scatenato le dichiarazioni delle due Ditte  Creo e Ingelia , pubblicata ieri 14.12.2016 sull’esito dell’interrogazione presentata dal consigliere di FDI-AN Donzelli.
screen-shot-11-18-16-at-10-08-am
Qui la notizia della richiesta di intervento di un consigliere regionale di FDI-An per fare chiarezza sulla questione carbonizzatore.

Valerio Biagini 
Portavoce di Fratelli d’Italia Altopascio                                        Valerio                              Hai una segnalazione da fare, mandami un
messaggio su Facebook o una e-mail  a: sos@fratellid’italia.lucca.it

Marco Santi Gu20160618_102519errieri 
Portavoce di Fratelli d’Italia Lucca                           Hai una segnalazione da fare, mandami   un messaggio  su Facebook o una e-mail                    a: sos@fratellid’italia.lucca.it

MARCO SANTI GUERRIERI – NORD AFRICANI RISSA IN PIENO CENTRO a LUCCA –

Marco Santi Guerrieri (Fdi):                   “Rissa fra immigrati  in pieno giorno, tolleranza zero”

#santiguerrieri ” L’impegno elettorale di FDI-An per le prossime amministrative , sarà quello di portare in consiglio comunale ciò che la DESTRA sa meglio fare, ad iniziare dalla tolleranza ZERO. ” 

#Santiguerrieri – “Mi sono trovato nel bel mezzo di una rissa fra Nord Africani , proprio nel centro di Lucca . E’ con il mio più profondo sdegno che mi rivolgo a quella massa di incapaci e strafottenti  politicanti che ancora osano chiamare il nostro paese ITALIA .

santiguerrieripresidio
Marco Santi Guerrieri, portavoce di Fratelli d’italia a Lucca , sono passati solo cinque giorni dall’ultima denuncia relativa strani movimenti di immigrati  rilasciata tramite  Mediaset.

Marco Santi Guerrieri, di Fratelli d’Italia, denuncia un episodio a cui ha assistito questo primo  pomeriggio  in via dei Borghi nel centro storico. Spetta alle autorità di polizia verificare, ma è indubbio che l’assembramento ,  come si vede dall’immagine, c’è stato eccome e a farne le spese ha rischiato, per aver scattato una foto in un luogo pubblico, lo stesso Santi Guerrieri.                                                                                                       Questa è la città che ci sta consegnando Alessandro Tambellini, un città della quale ha perso il controllo così come lo hanno smarrito anche gli esponenti della sua giunta.    ( Leggi qui:  Lacrime di Coccodrillo )
Com’è possibile che nel centro storico si possano formare assembramenti di simile entità e si possano assalire impunemente persone, senza che qualcuno intervenga?                                                                                                           Ma il prefetto, altro responsabile di questa vergogna, cosa ci sta a fare?

 

 

aa35a01b-ff6b-4415-b2c5-991eb5ef8d2b
Rissa, e botte da orbi da poco passate le 14 del 12.12.2016

Anche in questa occasione Santi Guerrieri al di la delle chiacchiere dei vari candidati a Sindaco che continuano a professarsi “paladini” della sicurezza a Lucca  e  che ultimamente ravvivano il grigiore politico lucchese solo sulla carta stampata e non sul territorio e fra la gente .
Come e’ suo solito fare, in prima persona, a proprio rischio e pericolo si e’ nuovamente messo in gioco , per la città e i cittadini lucchesi. 

ec2c1018-4117-40e9-99a0-08587662a8eb
Foto chiare e non eludibili dalle chiacchiere di chi schierato a favore di questa gentaglia, ancora continua a far finta di niente . La giunta Tambellini prima colpevole di questi accadimenti si prenda tutte le sue responsabilità anteponendo fatti e non chiacchiere come fino ad oggi fatto.

Ecco la testimonianza di Santi Guerrieri: “Ho assistito oggi intorno alle 14.20 di fronte alla chiesa di San Leonardo in Borghi a una aggressione. Una ventina di africani assiepati davanti al sagrato della chiesa impegnati a nascondere un paio di loro che stavano malmenando un giovane  di carnagione bianca. Da quello poco che ho potuto vedere, il giovane coinvolto nella rissa agitava un piccolo cartello, un foglio di carta montato su una bacchetta di legno di circa una ventina di centimetri. In particolare un africano gli si è letteralmente lanciato addosso, iniziando il pestaggio a quel che ho potuto vedere deciso e violento.
Conclude il portavoce lucchese di Fratelli d’Italia ” Mi sono soffermato per fare delle foto e contestualmente tre africani mi hanno puntato dirigendosi minacciosi verso di me.                                                                                  A quell’ora con le strade sgombre e nessuno in giro, ho ritenuto  saggio fare alcuni passi indietro e filarmela a gambe levate , “anche questa e’ politica”

Leggi le varie recensioni su :
La gazzetta di Lucca ( qui )
Lucca In Diretta ( qui)
Lo Schermo ( qui)
TG Regione (qui)

Altri articoli utili per la comprensione ” Migranti invisibili ”  (qui)
Altri articoli utili per la comprensione ” S.Pietro a Vico ”  (qui)
Altri articoli utili per la comprensione ” Lacrime di Coccodrillo” (qui)

Marco Santi Gu errieri                          

Portavoce di Fratelli d’Italia Lucca                           Hai una segnalazione da fare, mandami   un messaggio  su Facebook o una e-mail a: sos@fratellid’italia.lucca.it

 

Marco Santi Guerrieri – Fratelli d’Italia – Con Mediaset a caccia di Clandestini a San Pietro a Vico.

Migranti in villa a 5 stelle.

Fra una partita di calcio e un giro in bici, una dozzina di giovani clandestini trascorrono  il tempo trastullandosi al sole di una bella giornata  di fine Autunno . 

_dsc0246
Santi Guerrieri durante l’intervista rilasciata alla troupe di Mediaset. @santiguerrieri

Giovani e giovanissimi, chi del Gana come Muhammad che ingrana qualche parola d’inglese, chi dal Senegal e dalla Nigeria. Queste le vittime che fuggono la guerra.  
Diciamoci la verità , afferma Santi Guerrieri portavoce di Fratelli d’italia a Lucca  – “questa e’ una violenza bella e buona  ai danni di chi italiano e in condizione economiche disagiate non gode degli stessi diritti e pari dignita’ di questi giovani clandestini appena arrivati in Italia.” 
“Ho avuto modo tempo fa già di parlare di questa bella villa adibita ad accogliere una dozzina di migranti a suon di 12.600 € al mese, (leggi),  un bel gruzzoletto quindi per l’organizzatore del business di San Pietro a Vico. Alcuni abitanti del luogo mi avevano segnalato l’arrivo di questi giovani verso la fine di Ottobre 2016. Dopo aver rilasciato un comunicato alla stampa la scoperta e’ restata nel cassetto per oltre un mese. Parole troppo dure quelle di Guerrieri  per essere ad uso e consumo di trasmissioni in fascia protetta con tempistiche d’intervento nell’ordine dei 5 secondi. Meglio dare spazi agli sfoghi della gente comune, ai cittadini, a chi soffre o ha da dire la sua .  Purtroppo il problema e’ complesso e  non e’ una questione di colore della pelle o paese di provenienza a sollevare l’ira degli italiani , ma di testa , anzi di “teste di cazzo” che non comprendono la differenza fra chi fino ad oggi ha contribuito alla crescita del paese e chi vorrebbe svenderlo per impinguare il portafoglio ,all’ultimo arrivato. 

_dsc0283
Il portavoce di Fratelli d’Italia Marco Santi Guerrieri per intervistare gli abitanti di San Pietro a Vico.#santiguerrieri

Con i cronisti di  Mediaset  prosegue Guerrieri con i quali gia’ in altre occasioni avevo avuto modo di collaborare , siamo riusciti a raggiungere l’interno del cortile della villa e parlare con alcuni di loro. Intervistati alcuni passati  tante le risposte e altrettanti i  punti interrogativi, in quanto nessuno sapeva niente di questi nuovi arrivati.      
La prefettura di Lucca come ho avuto spesso modo di dire, non sempre comunica gli arrivi tramite i canali tradizionali e cosi’ una volta arrivati  trovandosi in un area industriale della piana, in pochi vi hanno fatto caso.

_dsc0225
Una violenza, inaudita ai danni di chi italiano e in condizione economiche disagiate non gode degli stessi diritti e pari dignita’ di questi giovani clandestini appena arrivati in Italia.

Di case popolari date agli immigratii si legge ovunque. La legge Saccardi che disciplina la norma, non prevede  nessuna differenza fra i richiedenti alloggi , sia essi  italiani che extracomunitari. Come ho avuto modo di approfondire  ormai un anno fa,  e’ palese che i consolati debbano certificare  l’eventuale reddito , anche quello catastale incluso il possesso di una casa, dell’immigrato richiedente un alloggio ERP. Nel caso manchi questo documento il richiedente non deve avere nessuna priorita’ e tantomeno il diritto di acquisire un posto in graduatoria. Nel video girato negli studi di NoiTv , un ritaglio della trasmissione del testa a testa fra Marco Santi Guerrieri Portavoce di Fratelli d’Italia e l’Assessore alle politiche Sociali e Abitative Antonio Sichi . ( fai click qui per il video integrale )

_dsc0238
Non e’ facile dire quello che si vorrebbe dire.. certe volte.
_dsc0276
Michele Filippi responsabile di quartiere per Fratelli d’Italia a Ponte a Moriano.

Marco Santi Gu errieri                          

Portavoce di Fratelli d’Italia Lucca                           Hai una segnalazione da fare, mandami   un messaggio  su Facebook o una e-mail a: sos@fratellid’italia.lucca.it

Marco Santi Guerrieri – Un italiano su quattro a rischio poverta’.

Istat,  il 28,7% delle persone residenti in Italia, nel 2015, è a rischio di povertà o esclusione sociale.

Qui la prima parte basata sui dai dati ISTAT , dalla frode del business sull’immigrazione al meretricio pubblico ai danni degli italiani.  Anche alla nostra città ,  Lucca non ne e’ immune.
(parte1)

14449019_10154637056774165_6854694033900694333_n
Portavoce di Fratelli d’italia a Lucca , con impegno,determinazione,prima gli italiani. #santiguerrieri

Da tempo denuncio il pressappochismo del comico fiorentino nel dipingere  la realtà quotidiana del nostro paese. Come può un primo ministro assieparsi dietro il non vedo, e il non sento  quando diciassette milioni di italiani  poco meno del doppio del numero degli immigrati che attualmente sono ospiti nel nostro paese brancolano nel tunnel della miseria più totale. Falcidiati i diritti sociali, economici, culturali di chi italiano di nascita e di cuore , di tradizione e  civiltà  quotidianamente vengono ad interfacciarsi con le orde di clandestini,irregolari e senza fissa dimora.

Anche Lucca non sfugge a questa logica, basti vedere le classifiche per l’assegnazioni degli alloggi popolari (ERP)  a tutto svantaggio degli italiani con punte percentuali superiori al 60% a favore degli ultimi arrivati.               ( Per visualizzare l’intera  trasmissione fai click qui )

_dsc0096

Genti , questi ultimi arrivati, pretenziosi, arroganti e  fancazzisti, capaci solo di rivendicare diritti , case, danaro e privilegi nel nome di una minoranza  di comodo unicamente utile per il Business delle cooperative rosse , da portare poi gradualmente a votare partito democratico.  Questo e il progetto della sinistra italiana.

screen-shot-10-30-16-at-08-39-am
La Prefettura insiste ,alla faccia della trasparenza ed il rispetto per i Cittadini

Sono i numeri a parlare, se chi fugge la guerra quella vera,  venisse a bussare ai nostri confini, mai nessuno ne vieterebbe l’accoglienza.             A far parlare di sé dovrebbero essere soprattutto i flussi migratori provenienti dalla Siria  al primo posto in Europa  e a seguire Afhganistan e Iraq,  ma di questi migranti in Italia le percentuali  complessive oscillano a poco più dell’1%.Infatti realtà italiana è ben diversa. Stando ai numeri finali del Viminale, restano infatti in testa i flussi provenienti dall’ Eritrea seguiti da Nigeria  e a seguire  Somalia , Sudan , Gambia ,Mali Senegal , Bangladesh e Marocco .

IMG_20151205_160232 (1)
Business sugli immigrati, anche Lucca e’ CONTAMINATA #santiguerrieri

Qualcosa non torna. Forse quelle popolazioni che fuggono realmente la guerra  e che  niente andrebbero a togliere agli  italiani  non offrono sufficienti requisiti per rimpinzare i portafogli dei soliti noti?

 

Marco Santi Gu20160618_102519errieri 
Portavoce di Fratelli d’Italia Lucca
                          Hai una segnalazione da fare, mandami   un messaggio  su Facebook o una e-mail                    a: sos@fratellid’italia.lucca.i

 

 

Dio , Patria , Famiglia.