Marco Santi Guerrieri , Ecco perchè ho abbandonato Fratelli d’Italia

Santi Guerrieri, attacco a Riccardo Zucconi

Marco Santi Guerrieri, candidato a sindaco di Lucca ed ex dirigente comunale di Fratelli d’Italia, spiega in questa breve lettera le ragioni del suo abbandono e del ritorno alla militanza individuale:

Le  centinaia di  messaggi che hanno succeduto la conferenza stampa di ieri mattina, hanno ulteriormente confermato, cha le mia scelta, quella di lasciare Fratelli d’Italia è stata quella giusta. Vero altresì che alcuni, molto pochi per fortuna, non hanno ben capito il perché della mia scelta.

Mi rivolgo pertanto in queste pagine proprio a coloro che non hanno capito il perché mi sono dimesso da Fratelli d’Italia, movimento politico che ho fondato a Lucca nel 2013  e  dove avevo incarichi di prestigio e visibilità. Lasciando da parte per puro pudore personale, i disaccordi con il portavoce provinciale Riccardo Zucconi, per il quale  altro che stendere un velo pietoso non posso fare, vorrei entrare nel merito della cosa  semplicemente affidandomi a queste poche righe: Vivo del mio lavoro di artigiano e non ha mai preso una lira dalla politica . Per passione  e per ben 1436 giorni ho rivestito a vari livelli piccoli ruoli dirigenziali di partito  sia a Lucca che in Provincia. Sono stato Dirigente Provinciale, Segretario Comunale, membro dell’ Assemblea Nazionale, componente  Nazionale del dipartimento  sicurezza e immigrazione  di Fratelli d’Italia, ho trovato anche il tempo di fare le primarie e candidarmi  per il consiglio regionale  della Toscana nel 2015 dove sono giunto terzo , peccato che quando ho chiesto  di poter  fare i congressi  Comunali a Lucca, cioè di chiedere ai tesserati di ELEGGERE  il loro Segretario comunale, tali congressi mi sono stati negati. Per i non addetti ai lavori, cio’ puo’ sembrare poca casa, e difatti lo sarebbe stata se non fosse che: Fratelli d’Italia ha sin dall’inizio avuto principalmente tre cavalli di battaglia: “primarie,congressi e meritocrazia”. Per me i valori della democrazia in politica sono ancora molto importanti  e da uomo libero ho fatto la mia scelta dimettendomi, rinunciando a tutto, pur di continuare ad esserlo. Questo articolo è stato letto 1248 volte

 

Marco Santi Guerrieri

Il 16 di Dicembre 2012 Marco Santi Guerrieri aderisce alla adunata di Giorgia Meloni per la costituzione di un nuovo soggetto politico e su incarico della stessa nel Gennaio 2013 costituisce a Lucca il primo circolo territoriale di Fratelli d'Italia della Toscana. Il 10 Gennaio 2017 Marco Santi Guerrieri a seguito di forzature per l'ingresso nel partito di soggetti indegni di esserne tesserati e del diniego ad indire gli auspicati congressi provinciali di FDI concordati con il commissario regionale si dimette da : Segretario provinciale di FDI, da dirigente nell'assemblea Nazionale e Responsabile Nazionale Dipartimento Immigrazione e Sicurezza. Nel Giugno 2018 da dirigente provinciale di MNS ( Movimento Nazionale per la Sovranità) aderisce come sostenitore nella Lega. Nel 2019 su richiesta del commissario provinciale di Lega e' candidato alle amministrative del comune di Capannori dove sfiora il risultato per soli 5 voti risultando primo dei non eletti. Nel 2020 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp) , mantiene attiva la tessera con Lega Nel 2021 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp), rinnova per l'anno in corso la tessera con Lega . MARCO SANTI GUERRIERI: " VI RICORDO l'appuntamento per le elezioni amministrative per il COMUNE DI LUCCA 2022 dove saro' candidato al consiglio comunale con il centro destra. Ricordatevi soprattutto di chi per Lucca in fatto di Sicurezza, Immigrazione, Rom e dedicandosi al Commercio, alle piccole imprese e ai problemi dei quartieri cittadini ci ha MESSO LA FACCIA con i FATTI e non con le chiacchiere. Vi aspetto.

Lascia un commento