Deriva Nazionalista o Secessione.

guerrieri

La destra storica era per l’Europa delle Nazioni , poi fatta l’Europa ci siamo accorti che forse era meglio un Europa dei Popoli, per poi giungere al principio dell’ autodeterminazione dei popoli cosa garantista a sacrosanta anche alla destra  ed infine all’indipendenza e di li in peggio per giungere  alla secessione.
La deriva “Nazionalista” posta in un contesto europeo ostile all’Italia , necessita di un percorso ben articolato ma soprattutto legato ad un sentimento patriottico,organico , fondato sul tricolore e sulla storia trascorsa del nostro paese e quindi tema caro alla Destra italiana.
Cosa diversa ed assai difficile da comprendere e trovare nella la deriva ” secessionista” che vuol’essere secessione dalla madre patria (soprattutto quella Mediterranea)  di un ” appezzamento” di terra.
Non credo possa esistere un nesso sensato che ci possa accomunare a forme quali l’indipendentismo Padano o altro quale se non un irresponsabile disgregazione?

Questo non significa lo scartare a priori l’una o l’altra ipotesi se l’obbiettivo e’ portare il nostro paese alla reale capacita’ di reagire ad una serie di eventi a dir poco catastrofici. Auspicabile pertanto un confronto , se i temi che ci accomunano con la Lega Nord saranno i temi imperanti per la sopravvivenza della cultura storica prima e di una nuova identita’ nazionale dopo .
In tal caso ci saranno ampi spazi di discussione e condivisione di idee anche a livello Provinciale e Regionale.
Un tema su cui lavorare ma da chiarire bene e sin da subito.

Marco Santi Guerrieri
Fratelli d’Italia Lucca
facebook logo

 

14.09.2014 da il Fatto Quotidiano intervista Salvini.
…Quindi la Lega crede ancora nell’indipendenza della Padania?
“Ovvio, è l’articolo uno del nostro statuto e lo abbiamo anche ribadito in occasione dell’ultimo congresso”
Qui l’articolo completo dell’intervista a Salvini (fai click qui )

“La destra o è coraggio o non è, o è libertà o non è, o è nazione o non è, così vi dico adesso, la destra o è Europa o non è.
E vi dico qualcosa di più: l’Europa o va a destra o non si fa.”

Giorgio Almirante.

Marco Santi Guerrieri

Il 16 di Dicembre 2012 Marco Santi Guerrieri aderisce alla adunata di Giorgia Meloni per la costituzione di un nuovo soggetto politico e su incarico della stessa nel Gennaio 2013 costituisce a Lucca il primo circolo territoriale di Fratelli d'Italia della Toscana. Il 10 Gennaio 2017 Marco Santi Guerrieri a seguito di forzature per l'ingresso nel partito di soggetti indegni di esserne tesserati e del diniego ad indire gli auspicati congressi provinciali di FDI concordati con il commissario regionale si dimette da : Segretario provinciale di FDI, da dirigente nell'assemblea Nazionale e Responsabile Nazionale Dipartimento Immigrazione e Sicurezza. Nel Giugno 2018 da dirigente provinciale di MNS ( Movimento Nazionale per la Sovranità) aderisce come sostenitore nella Lega. Nel 2019 su richiesta del commissario provinciale di Lega e' candidato alle amministrative del comune di Capannori dove sfiora il risultato per soli 5 voti risultando primo dei non eletti. Nel 2020 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp) , mantiene attiva la tessera con Lega Nel 2021 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp), rinnova per l'anno in corso la tessera con Lega . MARCO SANTI GUERRIERI: " VI RICORDO l'appuntamento per le elezioni amministrative per il COMUNE DI LUCCA 2022 dove saro' candidato al consiglio comunale con il centro destra. Ricordatevi soprattutto di chi per Lucca in fatto di Sicurezza, Immigrazione, Rom e dedicandosi al Commercio, alle piccole imprese e ai problemi dei quartieri cittadini ci ha MESSO LA FACCIA con i FATTI e non con le chiacchiere. Vi aspetto.

Lascia un commento