Bankitalia: dl è atto di alto tradimento nei confronti del popolo italiano. Non saremo complici di un’autentica truffa di Stato

DiMarco Santi Guerrieri

Gen 29, 2014

 oro29 gennaio 2014 alle ore 19.09

«Oggi siamo di fronte a qualcosa di molto più grave del solito regalo fatto dal governo agli amici delle banche o all’ennesima legge marchetta: siamo di fronte ad un atto di alto tradimento nei confronti del popolo italiano, ad un’autentica truffa di Stato. Il tentativo che si sta portando avanti è quello di regalare alle lobby finanziarie la nostra stessa sovranità monetaria e nazionale, per rendere impossibile ogni ipotesi di uscita dall’euro e trasformarci da cittadini consapevoli dell’Europa a schiavi d’Europa. In questo modo non staremo all’interno dell’euro perché ci conviene: ci staremo perché non ne avremo scelta.
Non si può essere complici di questa infamia. Penso ci sia un momento nel quale gli ordini di partito, il confronto tra maggioranza e opposizione, la realpolitik debbano venire meno perché noi siamo rappresentanti del popolo italiano e stiamo facendo gli interessi del popolo italiano. Mi appello a chi viene dalla storia della sinistra perché voleva difendere gli interessi del popolo italiano dalla voracità delle grandi concentrazioni economiche. Mi appello a chi viene dalla storia della destra che ha sempre messo l’interesse nazionale di fronte all’interesse di parte e mi appello a chi dice di essere la nuova politica: non vi rendete complici di questo scempio, di quella che sarà ricordata come la legge del grande tradimento. Non rendetevi complici votando questo provvedimento perché questo sarebbe ricordato come il Parlamento di infami e di traditori. Fratelli d’Italia non si renderà complice di questa vergogna, non solo votando contro ma raccontando agli italiani che cosa avete fatto, perché devono sapere come vi siete venduti e come li avete venduti».
Lo ha detto nel corso della dichiarazione di voto sul dl Imu-Bankitalia il presidente dei deputati di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.
Link Originale qui

Marco Santi Guerrieri

Il 16 di Dicembre 2012 Marco Santi Guerrieri aderisce alla adunata di Giorgia Meloni per la costituzione di un nuovo soggetto politico e su incarico della stessa nel Gennaio 2013 costituisce a Lucca il primo circolo territoriale di Fratelli d'Italia della Toscana. Il 10 Gennaio 2017 Marco Santi Guerrieri a seguito di forzature per l'ingresso nel partito di soggetti indegni di esserne tesserati e del diniego ad indire gli auspicati congressi provinciali di FDI concordati con il commissario regionale si dimette da : Segretario provinciale di FDI, da dirigente nell'assemblea Nazionale e Responsabile Nazionale Dipartimento Immigrazione e Sicurezza. Nel Giugno 2018 da dirigente provinciale di MNS ( Movimento Nazionale per la Sovranità) aderisce come sostenitore nella Lega. Nel 2019 su richiesta del commissario provinciale di Lega e' candidato alle amministrative del comune di Capannori dove sfiora il risultato per soli 5 voti risultando primo dei non eletti. Nel 2020 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp) , mantiene attiva la tessera con Lega Nel 2021 Guerrieri, presidente della Libera Associazione Cittadina di Lucca Ti Voglio bene (anp), rinnova per l'anno in corso la tessera con Lega . MARCO SANTI GUERRIERI: " VI RICORDO l'appuntamento per le elezioni amministrative per il COMUNE DI LUCCA 2022 dove saro' candidato al consiglio comunale con il centro destra. Ricordatevi soprattutto di chi per Lucca in fatto di Sicurezza, Immigrazione, Rom e dedicandosi al Commercio, alle piccole imprese e ai problemi dei quartieri cittadini ci ha MESSO LA FACCIA con i FATTI e non con le chiacchiere. Vi aspetto.

Lascia un commento