Archivi tag: Repubblica Sociale

Marco Santi Guerrieri – ONORE AI CADUTI DI COLTANO

COMMEMORAZIONE PRIGIONIERI E CADUTI NEL CAMPO DI CONCENTRAMENTO A COLTANO 1945 11200812_10153648253019165_5023848330896934878_n

Messa bagnata questa mattina per la commemorazione dei prigionieri massacrati nel campo di concentramento americano di Coltano (pi) 1945
Nella foto Padre Tam, mio padre Ulrico Guerrieri ( ufficiale della GNR ) Paolo da Prato, Simona Siringo, Daniele Massoni ,

12019933_10153649093324165_5899965440231354445_n

Tanti i presenti , tutti motivati  ,  purtroppo una pioggia incessante ci ha costretto a ritirarci altrove  per permettere a padre Tam di celebrare messa. 12004898_10153649096174165_7617838932986230530_n12011283_10153649094929165_8936410209557142111_n 11781650_10153649093909165_2552037635758447497_n

Il “mi” babbo fa 90 , orgoglioso di mio Padre!

ulrico 11 di Gennaio 2015 , Mio Padre compie 90 anni , portati bene credetemi.
Vai al link “qui”
Mentre per gli amanti del genere  dall’ 08 di Settembre 1943  in poi  qui uno scritto di Ulrico Guerrieri.
scarica il PDF  “Guerrieri Ulrico, diario di guerra
Vai al link del social ( qui) 
Marco Santi Guerrieri Coordinatore Fratelli d’italia Lucca.(Contattalo)
 

 

 

 

 

 

Giuseppe Solaro: il fascista che sfidò la Fiat a Wall Street

giuseppe solaro
Giuseppe Solaro: il fascista che sfidò la Fiat a Wall Street”,
con l’autore Fabrizio Vincenti.
E’ uscito recentemente in libreria “Giuseppe Solaro. Il fascista che sfidò la Fiat e Wall Street” (Ciclostile, pag. 303, 16,00 €), biografia del più giovane federale della Rsi, uno tra i pochi a potersi recare sulle rive del lago di Garda al cospetto del Duce senza preavviso.
Giuseppe Solaro, federale del Partito Fascista Repubblicano torinese, nei suoi 31 anni di vita ha rappresentato un’intera generazione che ha creduto sino in fondo a Mussolini. Studente lavoratore nel Guf, volontario in Spagna, organizzatore di appuntamenti culturali, una passione smisurata per le questione economiche che lo portarono a affrontare con lucidità tematiche ancora ricche di attualità come quello sulla sovranità monetaria, sui rapporti tra gli stati, sul futuro dell’Europa di cui auspicava la creazione di un Consiglio d’Europa, sulla cappa opprimente che gravava sui popoli per mano di una tecnocrazia finanziaria. Icona per i fascisti, spietato aguzzino per la retorica partigiana.
Il lavoro di Fabrizio Vincenti – arricchito della prefazione di Giuseppe Parlato -, grazie alla consultazione di numerosi archivi, prova a fare luce per la prima volta sulla figura di un fascista dal cuore davvero rosso, ma non per questo meno fascista
Vai al Link “qui