Archivi tag: croce rossa

Santi Guerrieri – Spaccio di stupefacenti in città , i soliti volti noti tanto cari alla sinistra , magrebini , nord africani , nigeriani.

Affari d’oro a Lucca . Traffico di stupefacenti nelle mani dei fancazzisti d’oltre mare.                                                                                      Droga nascosta nei materassi della Croce Rossa , è bastato un blitz delle forze dell’ordine per  riscoprire  i volti dei  soliti noti, magrebini , nord africani , nigeriani.
Santi Guerrieri si scontra con il presidente della Cri Fasano

Così Marco Santi Guerrieri presidente dell’associazione cittadina “ Lucca Ti Voglio Bene ”  timbra i  fancazzisti d’oltremare per eccellenza  che grazie all’ uso improprio  di una struttura , quella della tendopoli della Croce Rossa a Lucca , li fanno i loro propri comodi. “Perennemente con i cancelli aperti e vari varchi perimetrali il campo , la tendopoli ben si presta per la felicità dei richiedenti asilo all’ andirivieni di amici, ospiti,clienti e pusher tanto per non farsi mancare niente. Nulla accade per caso, basti ricordare quanto fu eclatante la protesta dei volontari della CRI del maggio 2015 che scatenarono un vero e proprio putiferio relativamente gravi inefficienze sulla sicurezza dei medesimi all’interno del campo , al punto che fu formulata richiesta proprio alla Prefettura di posizionare all’interno della struttura ricettiva una postazione di polizia o carabinieri.

Una delle mie prime fisse in termini di immigrazione, ero piu’ giovane anno 2015
La mia guerra contro il campo della Croce rossa a Lucca continua

Ho combattuto per la chiusura  di quella  struttura  sin dal 2015, prosegue  Santi Guerrieri , data in cui  la CRI Lucchese viene iscritta nel registro regionale  dell’associazionismo di promozione sociale , sezione B “ Socio Sanitario ”  , grazie al quale, dopo aver annunciato di sospendere  l’assistenza a circa quattrocento famiglie lucchesi ,  in un paio d’anni  diventa il maggior centro di accoglienza regionale  sfiorando le 300 presenze a Luglio 2017  e  con milioni di euro di ricavi. Un esercito di migranti economici oggi ben organizzati in bande e dediti alla malavita che oggi invadono le nostre vie cittadine, anzi ne importiamo pure come appare dalle indagini della PS dalle provincie confinanti. A Lucca si smercia droga praticamente ovunque dal piazzale prospiciente la stazione ferroviaria  come nell’ ex scalo merci o  nei sottopassi degli spalti murari, ma anche nei parcheggi sulla circonvallazione ed in pieno centro cittadino .

Migranti invisibili, quelli da me suggeriti a Mario Giordano durante la stesura del libro ” Profugopoli” , poi citati nello stesso.
Articolo su la Nazione cronaca Altopascio
Continua la carrellata, una piccola parte dei tanti articoli contro questa marmaglia di fancazzisti d’oltre mare
Risse e prostituzione, di tutto e di piu’ nel campo della cri ( leggi nei link di approfondimento )

Silenzio di tomba da parte degli amministratori cittadini  ovviamente, ma l’assessore al sociale Lucia Del Chiaro  quando nell’Ottobre 2017 fantasticava sulla stampa circa l’insussistenza di problemi di ordine pubblico all’interno del campo della Croce Rossa , oggi non ha niente da dire?

 

 

 

 

 

 

 

 

Febbraio 2015 comizio contro il business dell’immigrazione in piazza San Frediano

Qui i link che rimandano agli articoli sulla stampa
Lucca in Diretta ,   La Gazzetta Di Lucca

 A seguire alcuni link di approfondimento sul tema a firma Marco Santi Guerrieri .

  1. Blitz alle Tagliate, velo pietoso sul percorso assistenziale
  2. L’assessore al sociale Lucia Del Chiaro ha già toppato
  3. La Cri faccia vedere i bilanci 2014 e 2015
  4. Fasano pubblichi i bilanci della Cri, ne faremo tesoro”
  5. Una ispezione al centro di accoglienza della Cri alla base dell’idea dei nuovi mini hub
  6. Perché il silenzio sull’ispezione alla Croce Rossa?
  7. Filippide alle… tendopoli ovvero un trombodromo per clandestini affamati di topa​
  8. Marco Santi Guerrieri sulle dichiarazioni di Daouda Ndoye
  9. Accoglienza migranti, dalla giunta Tambellini lacrime di coccodrillo
  10. Sicurezza e un sindaco smemorato
  11. Momenti di panico a stazzema all’agriturismo le poiane: violenza e danni tra profughi  
  12. Nord africani rissa in pieno centro a Lucca  
  13. Oggi la conferma che avevo ragione – lucca caos alla croce rossa  
  14. L’accoglienza secondo tambellini? “piu’ ne hai piu’ ne mett di guai
  15. Immigrati- lucca più del doppio del limite massimo previsto
  16. Bollino rosso per l’assessore Sichi
  17. Oltreserchio – degrado ,discariche, droga e….
  18. Lucca presidio d’urgenza (parte 1)
  19. Stop al business sui migranti e all’accoglienza indiscriminata  (parte 2)
  20. Le lacrime di coccodrillo del prefetto cagliostro  
  21. Sempre coerente agli impegni presi con i miei elettori
  22. Petulanti, accattoni e fancazzisti in piazza San Michele
  23. Clandestini , voli pindarici per definirli migranti
  24. Sia fatta chiarezza sul reale numero di residenti al campo di via della scogliera

Ti invitiamo sui nostri gruppi del territorio ad iscriverti e dire la tua.

 Lucca Ti Voglio Bene

 

Terranostra

 

Prima Gli Italiani

 

 

     Criminalità Massima Allerta e Segnalazioni.

Santi Guerrieri – Sempre coerente agli impegni presi con i miei elettori

Questo poster e’ ricavato sulla base del manifesto elettorale per le mia candidatura al consiglio regionale della toscana del Maggio 2015 . Ho voluto per coerenza riutilizzarlo con le modifiche e gli aggiornamenti . Pur se rivisitato lo trovo sempre in linea con i principi che da sempre perseguo e che mi propongo anche ora che mi sono candidato a sindacodella citta’. QUESTA e’ COERENZA.

Non amo rivangare il passato, ma visto che in questo giro elettorale per le prossime amministrative di Lucca 2017  le dichiarazioni “Postume” di alcuni candidati a Sindaco  a mio modesto avviso  viaggiano a “spanne” tirando un colpo a destra ed uno a manca.

Sono combattivo  e non mi occorre nascondermi dietro un dito, per ricordare ai lettori, che quello che dico oggi  altro non è che la continuazione naturale dei miei quattro anni trascorsi in politica , prima da Segretario comunale di Fratelli d’Italia che ora da candidato a Sindaco con una mia lista civica ” Noi per Lucca” .

Quattro anni trascorsi  a combattere una battaglia in ” SOLITUDINE” quella contro i campi nomadi, rom , e la tendopoli della Croce Rossa  piena zeppa di “profughi , ed oggi ecco che tutti la sfoderano come cavallo di battaglia, neanche poi fosse una grande novita’. Diciamo senza peli sulla lingua che certi soggetti oggi candidati a Sindaco di Lucca sono dei palesi “copioni” , impossibilitati all’azione ed incapaci a prendendosi  dei rischi,  chiacchiere da cortile le loro. Credo che un candidato a sindaco debba prima di parlare sparando proclami e facendo del mero populismo , dia innanzitutto  mostra di se portando al grande pubblico LE COSE CHE HA FATTO per la Citta’ e non come FAREBBE .Con me gli slogan non funzionano, sara’ dura cari colleghi, ma i confronti televisivi ci sono anche per questo.

#SantiGuerrieri #Sindaco #Lucca

Santi Guerrieri – “Momenti di panico a Stazzema all’agriturismo Le Poiane: violenza e danni tra profughi”

Momenti di panico a Stazzema

STAZZEMA – questa la dichiarazione del candidato a Sindaco per Lucca  Marco Santi Guerrieri  –
” Anche se impegnato a Lucca nella mia candidatura a Sindaco, ho sempre continuato ad ascoltare la popolazione mantenendo anche  il contatto con gli abitanti del territorio della provincia di Lucca.  Amici e conoscenti mi continuano a chiamare come spesso accadeva  prima delle mie dimissioni da Segretario di Fratelli d’Italia per aggiornarmi e comunicarmi fatti e cose spesso di rilievo”.
Nella sua nota Marco Santi Guerrieri va giu’ duro e spiega:
“Infatti quest’oggi , nel comune di Stazzema in località Retignano all’agriturismo “ Le Poiane “, noto alla cronaca per due morti sospette , pare per  intossicazione da monossido di carbonio , mi informano si sia  rischiato il peggio.

… e rieccoci nell’ennesimo casino causato dai soliti noti, “Profughi” Una cosa e’ certa se sarò eletto sindaco , tendopoli e campo nomadi in quel delle Tagliate a Lucca , resteranno unicamente un lontano ricordo nella memoria dei lucchesi.”

Nell’ agriturismo immerso nel verde delle Apuane  , che ricordiamo pare  essere  stato messo sotto sequestro dai carabinieri a scopo cautelativo sono attualmente presenti venti immigrati tutti maschi giovani di età compresa fra i 20 e i 35 anni prevalentemente nigeriani , che nel pomeriggio di oggi  verso le 16 – 16.30 hanno dato origine ad un episodio  di violenza ai danni dei presenti.
Infatti ci risulta che alcuni addetti della Croce Rossa , si sono recati all’agriturismo “le Poiane”, con un pulmino per  prelevare un paio di “ Profughi” da portare verso la piana di Lucca . Quando i due si sono incamminati verso il mezzo gli altri diciotto  fra urli,minacce e strilli hanno preso gli zaini e  cose personali  e si sono messi a correre verso il pulmino . Alcuni di loro sono montati sopra il mezzo  pretendendo di abbandonare   l’agriturismo assieme ai due compagni , mentre uno di  questi particolarmente scalmanato minacciava i presenti  che tentavano di calmarlo e di farlo desistere da eventuali atti di violenza in quanto brandiva nelle mani due  grosse pietre. L’uomo di grossa corporatura di circa quaranta anni  e di nazionalità nigeriana, da indiscrezioni sembrerebbe risultare già noto alle forze dell’ordine in quanto non nuovo a fatti analoghi  pare accaduti nella tendopoli della Croce Rossa a Lucca .
E’ stato richiesto l’intervento dei Carabinieri  che sono giunti sul luogo circa alle 17.30.
Chi fugge dalla guerra  sa cosa bene  cosa significhi  essere profughi e mai si permetterebbe  di alzare la voce verso coloro che gli tendono la mano per offrirgli un tetto, un letto ed un pasto caldo.
Un atto di palese insubordinazione, gratuito,tipico di chi non ha niente da perdere e nel caso odierno  verso un pubblico ufficiale  della Croce Rossa . Un ennesima riprova che da questa gente non ci  può  attendere nessuna formula che abbia a che fare con l’integrazione ,  anzi la propensione ormai diffusa  a considerare se stessi immuni dalle nostre leggi , gli atti di puro vandalismo,violenza e prepotenza verso chi non solo li ospita ma verso chiunque si ponga di traverso sono e saranno sempre all’ordine del giorno. 
Vediamo ora se la Croce Rossa , sporgerà  querela denuncia nei confronti di questi “ profughi”  , in quanto se così fosse si attiverebbe per loro un percorso destinato al rimpatrio. Dubito comunque che la questione approdera’ nell’aula di qualche tribunale . Il “ Business “ sull’immigrazione che si perpetua nella provincia di Lucca da tempo deve continuare il suo moto perpetuo   “ ingrassa-coop”.

Quanto oggi accaduto nel Comune di  Stazzema prosegue il Candidato A Sindaco per Lucca, Marco Santi Guerrieri  potrebbe accadere ovunque ed infatti e’ già successo varie volte , soprattutto all’ interno della tendopoli della CRI a Lucca.Mi domando cosa aspetti il Sindaco Tabellini al di la degli slogan a cui ormai più nessuno crede  a  mettere mano  al problema dei 220 ospiti  della Croce Rossa? Una bomba ad orologeria quella del campo delle Tagliate già innescata da tempo e pronta ad esplodere non appena se ne  presenterà l’occasione.
Una cosa e’ certa , conclude Santi Guerrieri se sarò eletto  sindaco , tendopoli e campo nomadi in quel delle Tagliate a Lucca , resteranno unicamente  un lontano ricordo nella memoria dei lucchesi.”

Fonte del comunicato TG Regione, (leggi qui )
Fonte del comunicato Lucca In Diretta (leggi qui) 

 Marco Santi Guerrieri , candidato a Sindaco
Se hai segnalazioni, qualcosa da dire o da suggerire, puoi trovare tutte le informazioni facendo click ( QUI )

Marco Santi Guerrieri, l’accoglienza secondo Tambellini? “Piu’ ne hai piu’ ne metti…. di guai”

Il candidato a sindaco di Noi per Lucca, Marco Santi Guerrieri all’attacco dopo le dichiarazioni del sindaco Alessandro Tambellini sull’accoglienza migranti.

Marco Santi Guerrieri candidato a Sindaco con la Lista Noi Per Lucca,

TAMBELLINI  Incartato come era nelle spire del prefetto Cagliostro – dice – oggi grida al lupo al lupo, prendendosela o meglio scaricando il guaio della tendopoli al nuovo prefetto Maria Laura Simonetti.

                                La tendopoli della Croce Rossa infatti straborda di “umanità” con oltre duecento presenze che non accennano a calare. Un problemino bello grosso per la città qualora qualcuno degli ospiti iniziasse a “sclerare”, cosa peraltro già successa e prontamente sedata dalle forze dell’ordine o peggio a spargere il vento della rivolta all’interno del campo.

Nel rincarare la dose, Guerrieri entra nel merito: “La città è letteralmente invasa da accattoni, postulanti ,mendicanti, perditempo e furbetti – dice – che rompono le scatole oltre che ai lucchesi anche ai primi gruppetti di turisti che si stanno affacciando in città. Sconcertante che fra le facce dei postulanti se ne ravvisano tante che guarda caso alle 13 se ne vanno a pranzo proprio al refettorio della Croce Rossa in via delle Tagliate”. “Gli sbagli si pagano – dice Santi Guerrieri – e l’ultimatum lanciato dal Sindaco è una presa di giro nei confronti della cittadinanza, in quanto oltre alla Tendopoli della Croce Rossa c’è anche il campo nomadi di via della Scogliera che si è nuovamente ben rimpinzato di nuovi arrivi nell’area di sosta comunale del capoluogo, senza che nessuno se ne sia minimamente preoccupato. Eppure proprio Tambellini aveva fatto sfoggio al vasto pubblico anche dell’operato svolto dai “custodi” responsabili del campo nomadi delle Tagliate, che ricordiamo nominati dallo stesso sindaco per il controllo e la pulizia dello stesso. Un ennesimo fallimento quello, che si accoda ai precedenti e che va a sanarsi unicamente con le migliaia di euro prelevati dalle tasche dei contribuenti per le pulizie autunnali e primaverili dell’immondezzaio, fiore all’occhiello della giunta lucchese in quel di via delle Tagliate”.
“Deleterio per la città – conclude – sarebbe il ripetere l’esperienza di essere guidata da questa sinistra imbarazzante anche per se stessa. Faccio notare che il lupo perde il pelo ma non il vizio. Tutta la Sinistra compresa la compagine renziana che, pur declinando responsabilità e coinvolgimenti tout court circa le scelte “umanitarie” di Tambellini, ha fatto il peggio del peggio “tollerando” e promettendo mari e monti, ad iniziare dalle opere infrastrutturali cittadine in primis il nuovo ponte sul Serchio che non si farà mai”.

 Marco Santi Guerrieri , candidato a Sindaco
Se hai segnalazioni, qualcosa da dire o da suggerire, puoi trovare tutte le informazioni facendo click ( QUI )

Marco Santi Guerrieri – OGGI LA CONFERMA CHE AVEVO RAGIONE – Lucca caos alla croce rossa –

Lucca 10 Ottobre 2015
“Oggi la conferma che avevo ragione , la prefettura cerca rinforzi.”

“Caos alla Croce Rossa tra immigrati, una bomba ad orologeria a 50 metri dalle mura”

LAN_20151011_LUCCA_47Non piu’ tardi di ieri sul ( La Nazione) (leggi ) avevo lamentato pericolose situazioni interne ed esterne al campo della Cri .
Molti gli episodi , negati e nascosti ma ora il “bubbone ” e’ venuto alla luce.
Finchè ho lamentato (unica voce in proposito ) una situazione emergenziale estremamente grave e di ordine pubblico, venivo additato come “fanatico e fissato ” .. oggi fortunatamente la Prefettura ha capito e sembra passare all’azione.

Leggi l’articolo completo su la Gazzetta di Lucca  ( Qui ) 

marco santiContatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

 

Marco Santi Guerrieri – PROBLEMI DI ORDINE PUBBLICO

Lucca 8 Ottobre 2015 ,
EMERGENZA PERICOLOSI ASSEMBRAMENTI NEL COMUNE DI LUCCA .
Guerrieri immigrati LAN_20151010_LUCCA_53 p
E’ indispensabile che il sindaco Tambellini con un ordinanza all’insegna dell’ordine pubblico vieti assolutamente che gli immigrati tramite la prefettura siano ospitati a gran numero in singole strutture . Infatti senza specifici controlli permanenti ed in aree spesso isolate come quella di Nozzano , Maggiano, altre , potranno sicuramente accadere disordini con conseguenti rischi per la popolazione.
Da non sottovalutare in oltre una guerra fra le troppe “ etnie” che gravitano sul territorio di Lucca e della sua Provincia e che prima o poi porteranno a gravissimi disordini. Il territorio e’ gia stato diviso , lottizzato, abbiamo i parcheggi occupati dei nigeriani , venditori abusivi prevalentemente senegalesi , pusher e spacciatori di droghe magrebini , ….. ora prendiamo Africani , Nomadi , sudamericani , Albanesi, Cinesi, Indiani ed arabi di vario genere… mettiamoli tutti
 assieme  , aspettiamo che si integrino a modo loro … e il botto e’ fatto.

marco santiContatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

 

#Santiguerrieri

Marco Santi Guerrieri”bollino rosso per l’Assessore Sichi

11999008_10153654634654165_8900858139107645285_n

Passata la processione e le sfilate propagandistiche a piedi nudi della sinistra radicale lucchese , l’Assessore Sichi cerca di prendere le distanze dalla tragedia che sta incombendo su Lucca al riguardo della presenza di extracomunitari ( che Lui continua a chiamare pindaricamente profughi ) fa ” autogol” e mi domando … perche’ continua a tenere fuori dal conto gli extracomunitari collocati alla Croce Rossa di via Delle Tagliate.?
La risposta e’ ovvia non siamo infatti all’85% della massima capienza consentita per legge come asserito dall’ assessore (che a Luglio rassicurava a mezzo stampa tutto sotto controllo ) ma praticamente al doppio . Se il rapporto abitanti deve essere di 1 immigrato ogni 600 abitanti a Lucca considerati i ” parcheggiati” presso la tensostruttura della Croce Rossa Lucca supera il limite di 1 ogni 325 abitanti. BOLLINO ROSSO PER L’ASSESSORE SICHI.