Giunta Tambellini e categorie Economiche, Quale Futuro.

Torre-Guinigi-LuccaComunicato stampa da Comitato Fratelli d’Italia Lucca

Fratelli d’italia Lucca 18  Marzo 2013

Il nostro Sig.Sindaco Tambellini oltre a dover fare i conti con le varie  problematiche gia’ note degli scorsi giorni,  sembra non trovare il clima adatto nella sua giunta per portare avanti i programmi che nell’immediato futuro avranno valenza  non solo su tutta la cittadinanza ma soprattutto su tutte le attivita’ economiche del nostro comune. E’ palese che il Sindaco non goda di una cosi’ scontata e spontanea rappresentanza in consiglio comunale a proprio sostegno. I tesissimi rapporti fra Giunta Comunale ed opposizione non favoriscono certamente l’avvio ad un dialogo  piu’ civile ed impegnato alla risoluzione dei reali problemi della nostra citta’ .

“Problemi reali e tangibili –  come piu’ volte evidenziato da Lido Moschini anche durante la campagna elettorale per Fratelli d’Italia Lucca:  la sostanza degli eventi fa si che tutta questa paradossale situazione altro non faccia che lasciare in secondo piano la questione dell’ ”Imu”  e della “ Tares “  quest’ultima a lungo contestata da tutte le attivita’ economiche lucchesi  e pertanto  fanno bene le nostre imprese Artigiane, Commerciali e del Turismo a protestare”.

 “ la Giunta Tambellini a quanto pare sembra non abbia nessuna intenzione di trovare un punto di incontro costruttivo e rispettoso verso  chi  vuol continuare a mantenere alto nonostante la recessione economica in atto ,  l’apporto qualitativo del proprio operato e con l’intento di lasciare inalterata la forza lavoro attualmente impegnata. “

La politica locale  aggiunge Marco Santi Guerrieri , al solito specula sulle categorie economiche della nostra citta’ facendo “orecchie da mercante”  e nicchiando  senza alcuna intenzione di comprendere che ormai l’economia lucchese e’ al collasso “.

Prosegue Marco Santi Guerrieri : “… a prescindere dall’impegno politico  sono  artigiano da oltre trent’anni e mai si e’ visto affrontare un emergenza economica  massacrando a suon di tasse  le categorie  economiche.

…. ribadisco pertanto quanto da me asserito  alla Camera di Commercio di Lucca il 28 di Gennaio  in occasione  della Giornata di Mobilitazione Nazionale ,  “ chi ci governa a qualunque livello si ricordi che le attività  economiche sono le uniche a non costare “ una lira” a nessuno pur producendo reddito e dando lavoro a milioni di persone  , saranno le imprese a liquidare la politica e non viceversa”.

 Noi di Fratelli d’Italia Lucca , siamo determinati  a dare tutto l’appoggio necessario alla causa delle categorie economiche lucchesi  lavorando a testa bassa sul territorio e fra la gente, siamo certi che  l’impegno dei nostri uomini  troverà  largo consenso e apprezzamento in tutto il comprensorio  provinciale.

Fratelli d’Italia Lucca
Marco Santi Guerrieri

 

 

Caso Marò: IED presenterà un’interrogazione Parlamentare

meloni2

di Giorgia Meloni 18 marzo 2013

La situazione assurda e imbarazzante in cui si è cacciata l’Italia nella vicenda dei due marò è frutto dell’operato di questo governo di dilettanti tecnici allo sbaraglio. Una circostanza dalla quale, ben che vada, l’Italia uscirà con un forte peggioramento dei rapporti commerciali con l’India.

Un caso gestito malissimo sin dall’inizio, con il Governo italiano che in risposta alla violazione del diritto internazionale da parte dell’India, invece di ritirare l’ambasciatore e denunciare l’arresto dei marò come atto di aggressione nelle sedi Nato e Ue (come ho chiesto personalmente fin dall’inizio) ha preferito intavolare una trattativa molle e inconsistente. Poi, dopo più di un anno, l’improvviso colpo di testa dell’Esecutivo, che però contravviene alla parola d’onore pronunciata dall’Italia per bocca del suo ambasciatore.

Fatta salva la buona volontà dei ministri degli Esteri e della Difesa di perseguire a livello tecnico giuridico una soluzione, questa storia si è rivelata una pagliacciata, a causa della quale la nostra passa da essere la Patria di Marco Attilio Regolo, l’ambasciatore romano che preferì farsi uccidere dai cartaginesi piuttosto che non rispettare la promessa di far ritorno in Africa, a quella degna di una commedia di Totò e Peppino.

Fratelli d’Italia produrrà già oggi un’interrogazione parlamentare per capire nel dettaglio come sia stato possibile cacciarsi in una situazione del genere, cosa il governo italiano intenda fare per denunciare quest’ennesima violazione degli accordi internazionale perpetrata; contestualmente, chiediamo al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che di questo Governo si è sempre proposto come garante, di prendere posizione ufficiale; infine, Fratelli d’Italia invita il presidente del Consiglio, Mario Monti a un atto di dignità: si rechi immediatamente in India per tentare di risolvere personalmente la situazione finché non ci saranno sviluppi decisivi.

Fratelli d’Italia di Lucca e Versilia partecipano al corteo per i martiri delle Foibe.

Fratelli d’Italia di Lucca e Versilia partecipano al corteo per i martiri delle Foibe.

 Militanti ed amici di Fratelli d’Italia Lucca e Versilia Sabato 9 Marzo 2013 hanno partecipato al corteo promosso da Casaggi Firenze in onore dei martiri delle foibe.

La manifestazione si e’ svolta fra grandi spiegamenti di forze dell’ordine che ne hanno garantito il libero svolgimento nel silenzio piu’ assoluto.

In concomitanza e ad alcuni isolati di distanza, in Piazza San Marco, un contro corteo  organizzato dall’ Anpi con l’ampia partecipazione del PD e di Sel  , fra slogan e gran bagarre di fischietti manifestava  “contro la strumentalizzazione fascista  delle Foibe”

Assieme a centinaia di giovani provenienti da tutte le provincie toscane , sotto una pioggia incessante, in un un tripudio di bandiere tricolore , Luca Pedretti di Fratelli d’Italia Versilia spiega il motivo di una cosi  grande partecipazione :

abbiamo voluto commemorare come da alcuni anni accade  il ricordo di questo grande lutto italiano , in quanto per troppo tempo  questa immane tragedia e’ restata nascosta e innominata sui libri di storia ed ancor oggi la verita’ e’ distorta e i fatti considerati non degni di nota , come palesemente dimostrato da fatto che agli eccidi delle foibe sia stato intitolato un piccolo parcheggio in un area cosi’marginale alla citta’ di Firenze.

Come era prevedibile asserisce  Marco Santi Guerrieri di Fratelli d’Italia di Lucca , non mi sono meravigliato che fosse stata autorizzata una contromanifestazione, in quanto ancora oggi la propaganda di una certa sinistra non ha limiti e continua a sopravvivere mistificando il reale epilogo degli eventi  come quella delle persecuzioni titine, ..le  Foibe sono state un grande lutto  , una tragedia Nazionale e non di una parte politica , i  “martiri infoibati” meritano il rispetto dell’intero Popolo Italiano.

Dello stesso avviso la consigliera comunale di Gallicano di Fratelli d’Italia Ilaria Bertozzi ,  che stupefatta asserisce: .. e’ inaudito che partiti come il Pd e il Sel che si propongono alla guida del paese possano  aver anche solo immaginato di partecipare ad iniziative promosse da sigle che fanno del richiamo alla violenza per fini politici la propria bandiera.

Da giovane impegnata attivamente in politica, ritengo che la tragedia del martirio delle foibe e l’esodo degli italiani di Istria, Fiume e Dalmazia siano una pagina da approfondire e finalmente da affrontare: mi auguro che la mia generazione e quelle future possano avere la piena consapevolezza di quanto accaduto.

Cosi’ conclude Ilaria Bertozzi : mi farò promotrice per far si che anche nel comune di Gallicano (Lu) sia dedicata l’intitolazione di una piazza o di una strada  in memoria dei martiri delle Foibe.

Fratelli d’Italia ,Lucca e Versilia

Marco Santi Guerrieri, Luca Pedretti ,Ilaria Bertozzi

[zooeffect AYHAnJbtu170]

SANTI GUERRIERI (FDI) – Tutte le contraddizioni del Grillo Parlante –

meloni2

di Giorgia Meloni 22 febbraio 2013

Mi è capitato nei giorni scorsi di imbattermi in alcuni commenti online di sostenitori di Beppe Grillo su un articolo comparso non so dove che attaccava Fratelli d’Italia. Saremmo colpevoli di aver candidato nelle nostre liste regionali una persona denunciata per una lite condominiale, provocata da una canna fumaria malfunzionante.

Confesso che quei commenti mi hanno impressionato per il livore feroce, per la furia ideologica che lasciavano trasparire e mi hanno sollecitato le poche righe che seguono. Quando si solleticano gli istinti peggiori dei cittadini, talvolta anche in buona fede e in giusto risentimento per le schifezze commesse da molti politici, bisogna avere almeno due accortezze. La prima è non nascondere nulla del proprio personale, la seconda è essere sufficientemente puri da non correre il rischio di essere epurati. Pratica in voga da sempre nella sinistra italiana. Faccio qualche esempio. Quanti sostenitori di Grillo sanno che il loro “santone” ha usufruito per ben due volte del condono tombale, prima di scagliarsi (in parte giustamente) contro la recente proposta di Berlusconi? O quanti sanno che si è sempre rifiutato di incontrare una bambina divenuta poi donna, unica sopravvissuta alla strage della propria famiglia causata, senza dolo, ma per la quale Grillo è stato condannato ad un anno e alcuni mesi di carcere per eccesso di velocità? A chiunque di noi può capitare qualcosa di simile, purtroppo, la differenza la fa solo il modo con cui si reagisce. Ma per il demagogo duro e puro queste sono frivolezze, le cose serie sono altre.

La difesa dell’ambiente per esempio. Peccato si sia svegliato tardi. C’è chi si batte da una vita per questo, e senza specularci sopra. Mi vengono in mente le battaglie di tanti amici e di un certo Paolo Colli sull’acqua, sull’inquinamento, il ciclo dei rifiuti, quando Grillo stava in tv a fare Te lo do io il Brasile.

Non prendiamo lezioni su questo e nemmeno sull’accesso alla responsabilità politica delle donne. Per la nostra storia, per la mia, ma pure per quelle donne che si sono impegnate nel Movimento 5 stelle e non meritavano di essere cacciate con sberleffi sul loro “punto g”, o perché hanno avuto la sfrontatezza di voler essere contemporaneamente madri e assessori nella propria città.

La mia sensazione è che Grillo non sia la risposta ai gravi problemi della Seconda Repubblica, ma piuttosto ne sia l’esaltazione. Penso ai partiti “monoleader” e alla loro incapacità di formarsi intorno a un patrimonio d’idee e proposte, a un progetto di tutti e per tutti. A guardarlo bene il movimento di Grillo somiglia a una monarchia assoluta, un regime totalitario, con tanto di espulsioni via web per chiunque manifesti un dissenso.

Immagino sia per questo che “il santone” si sottrae a qualunque confronto pubblico, giornalistico. Rispondere alle domande, metterci la faccia anche per rispondere degli errori commessi da militanti sul territorio (io e Guido ne sappiamo qualcosa…), spiegare con pazienza un programma di cose da realizzare. Questo definisce una forza politica.

Quando incontro qualcuno che si è lasciato convincere, penso sempre alla frase di sant’Agostino: “La speranza ha due bellissimi figli, lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per le cose come sono, il coraggio per poterle cambiare”. Ho l’impressione che votando Grillo si manifesti un sacrosanto sdegno, ma ci si rifiuti nello stesso tempo di sporcarsi la vita nel tentativo di cambiare la realtà quotidiana. Solo dal basso, dal lavoro, dal territorio, dalle cose concrete si cambia l’Italia. Sono le ragioni per cui ho fondato Fratelli d’Italia. Un movimento di tanti, non di uno, che non ha il conto in banca o la Ferrari F40 di Beppe Grillo, ma cammina sulle gambe di uomini e donne per bene. Persone normali, per questo eccezionali.

REGISTRAZIONE Ricevuta

cropped-Immagine-fratelli-lucca-web.jpg

Grazie per esserti registrato, prossimamente sarai contattato telefonicamente. 

Noi di Fratelli d’Italia premiamo la meritocrazia.

Hai dieci amici residenti nel tuo comune ? Puoi aprire un circolo di Fratelli d’Italia e diventarne portavoce.
Hai voglia di dare una mano per far conoscere  Fratelli d’Italia sul territorio?  Noi  operiamo in tutta la provincia di Lucca. 
Vuoi essere un militante e partecipare alle iniziative sul territorio? 

Leggi queste poche righe e capirai come e’ facile poter dare una mano e partecipare al movimento di Fratelli d’italia.

Oggi e’ fondamentale fare squadra, portare avanti programmi di grande interesse per la nostra citta’ e i gazebo tricolore devono essere il nostro quotidiano modo di fare politica. Valutate tutte le manifestazioni, le fiere locali , gli incontri collettivi ,tutto quanto possa interessare la presenza di un gazebo di Fratelli d’Italia.
Diffondete il messaggio di Fdi  presso parenti e amici, portate in alto il nome del nostro movimento.            
Non promettete mai cio’ di cui non siete sicuri poter mantenere, ma vantatevi di essere parte di un movimento libero, pluralista e meritocratico.
Stiamo aprendo circoli e sedi ufficiali  in tutta la provincia di Lucca
E’ importante interagire con la politica locale, trovare gli spazi per portare avanti le nostre idee,  non daremo tregua a nessuno che ci voglia mettere in disparte, non accetteremo compromessi se non con uomini veri e capaci.
Iscrivetevi al nostro movimento e partecipate attivamente , la militanza e’ un fatto d’orgoglio di cui andarne fieri.

you fdi Marco Santi Guerrieri 
Cost.Provinciale Fratelli d’italia Lucca

www.facebook.com/marco.santi.guerrieri
www.facebook.com/fdi.lucca

per tornare alla pagina principale fai click qui: http://www.guerrieri.it

 

REGISTRAZIONE RICEVUTA

REGISTRAZIONE RICEVUTA

Grazie per esserti registrato, prossimamente sarai contattato telefonicamente ,se non hai inserito il numero di telefono o cellulare, ti consigliamo di rifare la registrazione o chiamare il numero 338 334 0122

 

REGISTRAZIONE RICEVUTA

Noi per Lucca

Marco Santi Guerrieri Candidato a Sindaco

Hai voglia di dare una mano ?
Vuoi essere un militante e partecipare alle iniziative sul territorio? 

Leggi queste poche righe e capirai come e’ facile poter partecipare .

Oggi e’ fondamentale fare squadra, portare avanti programmi di grande interesse per la nostra citta’ e i gazebo tricolore devono essere il nostro quotidiano modo di fare politica. Valutate tutte le manifestazioni, le fiere locali , gli incontri collettivi ,tutto quanto possa interessare la presenza di un gazebo di NOI PER LUCCA
Diffondete il messaggio presso parenti e amici, portate in alto il nome del Candidato a Sindaco di Lucca Marco Santi Guerrieri       
Non promettete mai cio’ di cui non siete sicuri poter mantenere, ma vantatevi di essere parte di un movimento civico libero, pluralista e meritocratico.
Abbiamo aperto la sede del comitato elettorale a Lucca.
E’ importante interagire con la politica locale, trovare gli spazi per portare avanti le nostre idee,  non daremo tregua a nessuno che ci voglia mettere in disparte, non accetteremo compromessi se non con uomini veri e capaci.
Iscriviti e partecipa attivamente , la militanza e’ un fatto d’orgoglio di cui andarne fieri.

Articoli e pubblicazioni

 51. Una discarica a cielo aperto al campo rom di Lucca(Dalla città)… a Marina Staccioli e al dirigente provinciale di Fratelli d’Italia, Marco Santi Guerrieri. La visita al campo di Lucca, resa ancor più indispensabile dalla comparsa di una discarica di motorini nei gio …

Dio , Patria , Famiglia.