Marco Santi Guerrieri il quartiere Giardino, la Meloni e la disparità di trattamento

Stefano  , ti leggo  e  piacevolmente scorro il tuo articolo “migrantes” parte tre, edito su lo Schermo di quest’oggi 27 Ottobre  , leggi  (QUI) 
marco happyLa lettura mi impone alcune precisazioni in parte politiche ed in parte da privato cittadino che ritengo comunque trasversali e indispensabili per un dialogo costruttivo e civile. 
marcoGiorgia Meloni è giunta a Lucca facendomi effettivamente una sorpresa in quanto tempo addietro avevo avuto modo di esporle alcune criticità della nostra città tra cui il “contratto di quartiere” per Pontetetto e di conseguenza la questione della “stecca”. Quello del quartiere Giardino è un problema che investe un area importante del bacino elettorale della sinistra lucchese e personalmente ho ritenuto giusto dimostrare, anche a scapito di una sensibile perdita di voti alla mia candidatura per il consiglio regionale, che la “destra” se sociale e tenuta ben lontana dal populismo “modaiolo” del momento, può trovare larghi consensi anche in un elettorato diametralmente opposto al nostro e così è stato. 
10408832_10153343199294165_4406788184811220810_nInsomma un pericoloso precedente quello della leader di Fratelli d’Italia nei confronti di chi aveva preso posizioni poco chiare o a mero scopo elettorale con la gente del quartiere.
Leggi l’articolo pubblicato su Lucca in diretta  ( QUI ) 
Giorgia Meloni è stata letteralmente acclamata a furor di popolo, c’era gente che piangeva dall’emozione ed altra che la invitava a casa per un caffè oltre all’immancabile fila per le foto di rito. Siamo stati invitati dalla Liliana Bortoli, storica “combattente” del quartiere a prendere visione delle criticita’ incontro le quali il quartiere sarebbe pervenuto non abbattendo la “Stecca” e che soprattutto le promesse fatte dalle precedenti amministrazioni andavano mantenute.
22401_10153343190049165_3779182480260931933_nLa Meloni è una donna molto sensibile alle problematiche sociali, non dimentichiamo che ha vissuto la sua infanzia nel quartiere della “Garbatella” a Roma e pertanto avendo preso a cuore l’iniziativa da me proposta , ritenne importante avvertire Paolo del Debbio conduttore della trasmissione “dalla vostra parte” allo scopo di trovare uno spazio televisivo per dare visibilità a questa realtà che palesemente riveste si delle criticità, ma che nel contesto accoglie uomini e donne di varie nazionalità che si sono ben integrate fra loro. Insomma, un fulgido esempio di integrazione. A settembre la visita delle troupe di Mediaset, giunta al Lucca senza alcun preavviso, rimette in moto le tante promesse (ad oggi ancora disattese) di Stefano Baccelli in quota PD e di Forza Italia per voce di Altero Matteoli, ambedue giocoforza in visita al quartiere solo a seguito – guarda caso – della visita della Giorgia Meloni. 
12009668_10153641888929165_4192466825934550705_nSono stato invitato dagli abitanti del  quartiere  a fornire il mio punto di vista al giornalista di Mediaset, pensiero nel quale e ci tengo a precisare, ho usato una sola volta la parola “extracomunitari” e solo alla fine dell’intervista, frase che cito nella sua completezza: – “Abbattere questo immobile significa abbattere una fatiscenza per far si che questa superficie non sia adibita a parcheggio per extracomunitari ” –                                                             Vedi il video , fai click ( QUI) 
Per questo mi pongo a difesa della popolazione del quartiere Giardino, che ha pieno diritto di ottenere rispetto dalle amministrazioni locali, con l’aspettativa del riscatto sociale e non la prospettiva di restare un ghetto. 11262472_10153343184639165_3967722517845149530_nLa mia disponibilità e ovviamente quella di Fratelli d’Italia per mettere in atto manifestazioni di protesta civile, coinvolgendo anche l’intera popolazione di Pontetetto continuerà ad essere una costante dell’azione politica sul nostro territorio.
Leggi l’articolo pubblicato su Lucca in diretta ( QUI )
 Le mille situazioni di marginalità, precarietà abitativa e di coabitazione con genti molto diverse da noi, che nei tanti quartieri di Lucca ad iniziare da San Vito, Arancio, Montuolo, San Concordio, Oltreserchio esistono e sono palesemente tangibili, giocheranno sempre e solo a migliorare le condizioni di vita di migranti ed extracomunitari a discapito di chi con le stesse problematiche in Italia c’è nato ma non gode di pari diritti. Come vogliamo chiamarla questa disparità di trattamento ?

an-ok-mod Marco Santi Guerrieri

Fonti documentali
Leggi l’articolo  ” MIGRANTES”  Lo Schermo ”  27.10.15            ( QUI ) 
Leggi la replica di Santi Guerrieri  su ” Lo Schermo” 27.10.15  ( QUI ) 
Noi TV Video  del 20  Maggio  2015     ( QUI ) 
Il Tirreno  21 Maggio 2015  ( QUI ) 
La Nazione
Lucca in Diretta del 22 Maggio 2015   ( QUI ) 
Lucca in Diretta del 29 Maggio 2015   ( QUI ) 
La Gazzetta di Lucca 29 Maggio              ( QUI ) 
La Gazzetta di Lucca 02 Giugno 2015 ( QUI )
Mediaset Video  09 Settembre 2015    ( QUI ) 
News Mediaset 10 Settembre 2015     ( QUI ) 
La Nazione  10 Settembre 2015               ( QUI ) 
marco santi

Contatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui
#Santiguerrieri

 

Marco Santi Guerrieri, IL VERO ASSASSINO E’ LO STATO – “Uno stato da vergogna alla pari di clandestini e fancazzisti.”

Cittadini ‪#‎SCERIFFI‬ armati di ‪#‎COLT‬ per portare a casa sana e salva la pelle? Uno stato da vergogna alla pari di clandestini e fancazzisti.
“Il vero colpevole , l’assassino e’ lo stato . Mettere vittima e carnefice sullo stesso piano e’ pura follia.”
Marco Santi GuerrieriCosi con questa frase postata su Twitter Santi Guerrieri  coordinatore lucchese di Fratelli d’Italia attacca  senza mezze misure l’atteggiamento del governo verso coloro che vittime della delinquenza, ora, ne pagano oltretutto le conseguenze. La legittima difesa non puo’ essere condizionata da leggi matematiche , ma dallo stato emotivo del malcapitato nel momento dell’aggressione . Chi delinque premedita un azione impugnando un arma  vera o falsa che sia , chi  subisce la violenza dovrebbe invece prevedere se quel delinquente ha intenzioni  offensive,  se l’arma e’ veramente  lesiva  e se il soggetto ( il delinquente) e’ in vena di fare una strage o semplicemente andarsene dopo averti gonfiato di botte . Fratelli d’Italia  propone di variare l’articolo 52 del codice Penale e la legittima difesa deve divenire  legge a  tutela del cittadino.
Come era prevedibile, l’onda emozionale suscitata dell’ennesimo caso di persona costretta a sparare perché “visitata” in casa da malintenzionati sta provocando una ridda di iniziative politiche, tra cui una proposta di legge sulla legittima difesa avanzata da Fratelli D’Italia.
12186509_10153655004637645_4142011682011295624_o(nella foto Giorgia Meloni con Francesco Sicignano  vai al post (qui)           La proposta intende modificare l’articolo 52 del codice penale in due punti: nel primo, aggiungendo all’applicabilità della legittima difesa nell’abitazione o in “ogni altro luogo ove venga esercitata un’attività commerciale, professionale o imprenditoriale” anche le loro “immediate adiacenze, sempreché l’offesa ingiusta risulti in atto”; ruger-redhwak-alaskan-calibro-454-casull_1nel secondo, La proposta avanzata dal gruppo parlamentare di Fratelli d’Italia è quella di circostanziare e rafforzare la presunzione assoluta di tale proporzionalità nei casi in cui il pericolo di aggressione a persone o beni avvenga da parte di chi si introduce illegalmente nelle ore notturne o, anche nelle ore diurne, se l’aggressione sia tale da provocare uno stato di particolare paura o agitazione nella persona offesa.
-Prova la Ruger Redhawk Alaskan il poderoso revolver calibro .454 Casull con canna di soli 2,5 pollici!- Rompe,spezza,amputa.

Nel frattempo Matteo Salvini prende le distanze dal pistolero della LEGA NORD  Buonanno .

Matteo Salvini prende le distanze dal " Reality " di Buonanno con la pistola in pugno. La Lega Nord deve farla finita di imbracciare in modo improprio le leve del populismo. Occorrono idee e soprattutto fatti , basta con i popular reality. 

11039834_10153343192944165_8386962467589241156_nSanti Guerrieri ,
Giorgia Meloni a Piazza Pulita ha sostenuto un principio semplice: la difesa è sempre legittima. Se un cittadino sorprende un delinquente nella sua proprietà, deve potersi difendere con ogni mezzo e senza il rischio di essere indagato. Il motivo? Un cittadino non può sapere se quel delinquente vuole rubare, uccidere o stuprare. Ma evidentemente questo principio sacrosanto non va bene ai soliti esponenti radical chic di certa intellighentia, che con i loro telecomandi degli allarmi, le loro porte blindate e le loro guardie del corpo fuori la porta, non hanno di questi problemi. Noi stiamo con chi si difende. Senza se e senza ma.”

marco santi

 

Contatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

#Santiguerrieri

 

 

Marco Santi Guerrieri – PROVINCIA DI LUCCA ASSENTE – URGENTE ULTIMATUM DALLA POPOLAZIONE

san martino 21E’ urgente, che la popolazione di San Martino in Freddana , riconvochi un assemblea pubblica  obbligando gli amministratori locali  a riferire su quanto promesso all’assemblea del  5 di Ottobre relativamente  ad un confronto pubblico  con il  Presidente della provincia Luca  Menesini  (Leggi l’articolo del 5 Ottobre) san martino 12

La provinciale SS1 anche Lunedi’ notte e’ stata oggetto di un ennesimo incidente stradale del quale i giornali ad oggi non ne hanno riportato notizia, ma che risulterebbe essere stato molto grave. (ndr) La viabilita’ sulla SS1 per Camaiore con le piogge di questi  giorni ha dimostrato di essere assolutamente  un utopia.

san martino 18 Proprio in prossimita’ della curva  che interessa la strettoia  la pendenza del piano stradale pende verso la collina , creando veri e proprie aree invase dall’acqua piovana.
Ma non solo , oltre alla discutibile pendenza non sono neanche state previste delle bocchette di scarico .  (Nella foto la strada in direzione San.Martino ) 
san martino 15La frazione di San martino In Freddana anche Martedì 13 Ottobre   era completamente allagata.
Il segretario di Fratelli d’Italia Marco Santi Guerrieri  assieme a  Paolo Da Prato che ha delega per il territorio , rinnovano la volonta’ di riconvocare un ulteriore assemblea alla quale oltre al Sindaco di Pescaglia  , partecipi il  presidente della provincia  Luca Menesini.  
Paolo Da prato  -” Non giungendo a serie conclusioni atte a definire  il finanziamento di un ultimo lotto di appalto per il tratto di strada interessata dalla strettoia “Andreotti” ,  sara’ inevitabile una manifestazione  di protesta  assieme ai comitati di lotta  e l’intera popolazione.”-

Il Referente territoriale  di FDI-An , Paolo Da prato ,
per contatti (Qui) 

marco santi

 

Contatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

#Santiguerrieri

 

 

 

 

Marco Santi Guerrieri – OGGI LA CONFERMA CHE AVEVO RAGIONE – Lucca caos alla croce rossa –

Lucca 10 Ottobre 2015
“Oggi la conferma che avevo ragione , la prefettura cerca rinforzi.”

“Caos alla Croce Rossa tra immigrati, una bomba ad orologeria a 50 metri dalle mura”

LAN_20151011_LUCCA_47Non piu’ tardi di ieri sul ( La Nazione) (leggi ) avevo lamentato pericolose situazioni interne ed esterne al campo della Cri .
Molti gli episodi , negati e nascosti ma ora il “bubbone ” e’ venuto alla luce.
Finchè ho lamentato (unica voce in proposito ) una situazione emergenziale estremamente grave e di ordine pubblico, venivo additato come “fanatico e fissato ” .. oggi fortunatamente la Prefettura ha capito e sembra passare all’azione.

Leggi l’articolo completo su la Gazzetta di Lucca  ( Qui ) 

marco santiContatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

 

Marco Santi Guerrieri – PROBLEMI DI ORDINE PUBBLICO

Lucca 8 Ottobre 2015 ,
EMERGENZA PERICOLOSI ASSEMBRAMENTI NEL COMUNE DI LUCCA .
Guerrieri immigrati LAN_20151010_LUCCA_53 p
E’ indispensabile che il sindaco Tambellini con un ordinanza all’insegna dell’ordine pubblico vieti assolutamente che gli immigrati tramite la prefettura siano ospitati a gran numero in singole strutture . Infatti senza specifici controlli permanenti ed in aree spesso isolate come quella di Nozzano , Maggiano, altre , potranno sicuramente accadere disordini con conseguenti rischi per la popolazione.
Da non sottovalutare in oltre una guerra fra le troppe “ etnie” che gravitano sul territorio di Lucca e della sua Provincia e che prima o poi porteranno a gravissimi disordini. Il territorio e’ gia stato diviso , lottizzato, abbiamo i parcheggi occupati dei nigeriani , venditori abusivi prevalentemente senegalesi , pusher e spacciatori di droghe magrebini , ….. ora prendiamo Africani , Nomadi , sudamericani , Albanesi, Cinesi, Indiani ed arabi di vario genere… mettiamoli tutti
 assieme  , aspettiamo che si integrino a modo loro … e il botto e’ fatto.

marco santiContatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

 

#Santiguerrieri

Marco Santi Guerrieri – VIABILITA’ IN VALFREDDANA – INCONTRO PUBBLICO.

12092206_752974488147491_1567750849_n (1)Ieri sera 5 di Ottobre  , incontro sulla viabilita’ della Valfreddana  al Bar Sport di San Martino in Freddana .  in rappresentanza del Comune di Pescaglia  il Vicesindaco Massimiliano Bernardini  e l’assessore Beatrice Gambini  ,  per Fratelli d’italia  il dirigente provinciale Marco Santi Guerrieri  e in rappresentanza della popolazione quale organizzatore dell’evento  Paolo Da Prato . Fra i presenti  il delegato di Fonte Ilaria spa  Edo Puccetti  e alcuni iscritti al  Comitato  “Valfreddana delle idee” .

pontiAlcuni giorni fa , commenta il dirigente di Fratelli d’italia , Santi Guerrieri , “abbiamo  esposto sulla statale SS1 per Camaiore  uno striscione titolato :          

 ” I ponti in Garfagnana e le strettoie in Valfreddana “  , poi prontamente rimosso per mano sconosciuta dopo sole poche ore . ( Leggi l’articolo qui In oltre  – prosegue Guerrieri –  e’ palese sia in atto un preciso piano politico che confermerebbe  l’area di San Martino in Freddana  e Monsagrati  un territorio  dimenticato e dove  i lavori intrapresi  e avviati  a piccoli lotti solo in occasione delle consultazioni elettorali  per poi  essere nuovamente interrotti .  Singolare  che cio’ accada in deroga  alle altre realtá territoriali ad iniziare dalla Mediavalle del Serchio e della Garfagnana dove la sinistra evidentemente trova maggior consenso elettorale. “

Circa quaranta i presenti  .
La riunione e’ stata molto animata , sopratutto dal dissenso di molti dei presenti  che  lamentavano  oltre ai  lavori infiniti alla carreggiata stradale ,  la precarieta’ di porzioni di territorio a rischio idrogeologico quali i quartieri collinari e soprattutto   le problematiche connesse al torrente della Freddana. Ed e’ appunto per questo che  Fratelli d’Italia ha voluto organizzare  un incontro pubblico proprio per sollecitare la riapertura dei cantieri per l’allargamento della  carreggiata sulla SS1 in località  ” Bollore ” o meglio conosciuta ai ” Guidotti .
Tante le promesse e pochi i fatti tant’e’  che  Santi Guerrieri  ha accettato l’invito  di alcuni residenti  sollecitando poi assieme alla platea dei presenti , proprio  i due amministratori locali presenti alla riunione invitandoli  a  un loro interessamento  diretto ed in prima persona nel sensibilizzare  il  neo eletto presidente della provincia di Lucca Luca  Menesini  ad una attenta valutazione dei rischi che perseverano in quell’area e al rifinanziamento di un ulteriore lotto di lavori.
Santi Guerrieri propone , ritenendosi  fiducioso dell’impegno preso dal  Vicesindaco di Pescaglia  Bernardini  ,  un nuovo incontro  per la fine del mese di ottobre  , con la partecipazione del Presidente  della Provincia Menesini  , un rappresentante del consorzio di Bonifica Toscana 1 Nord , i consiglieri provinciali eletti nelle liste di centro destra dei quali Riccardo Giannoni ha gia’ dato la disponibilità  e soprattutto i consiglieri di opposizione  del comune di Pescaglia che alla riunione di ieri sera erano assenti.
Qualora la  Provincia non intendesse optare per una risoluzione in tempi brevi dando avvio a un definitivo lotto di lavori , Fratelli d’Italia  annuncia mobilitazioni di piazza e presidi.

 

marco santiContatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

 

 

 

 

Marco Santi Guerrieri – FIRENZE 11 CASI DI SCABBIA IN UN CENTRO ANZIANI

guerreERA INEVITABILE  che prima o poi accadesse.
Undici casi di SCABBIA registrati a Firenze  in un centro per anziani sono solo la punta di un iceberg  emergenziale al  quale  i cittadini assistono impotenti . Troppi gli individui  che sfuggendo ai controlli sanitari o abitando  in luoghi malsani, potrebbero trasmettere la Scabbia  ( e non solo ) in qualsiasi angolo del nostro paese.
Nel caso degli undici infettati di Firenze  ospitati nel centro ambulatoriale  ” La chiocciola” c’e’ da considerare che ben 11  anziani su 15 sono stati colpiti dalla scabbia  e che gli ambulatori  sono frequentati, anche da mamme con neonati.
Fratelli d’Italia presenta un interrogazione in regione.

hqdefaultIl consigliere regionale di Fratelli d’italia , Giovanni Donzelli,                            si e’ recato  presso il centro ambulatoriale , questo il suo commento:

                                                  Al centro diurno ‘La Chiocciola’ di via dell’Osteria, alle Piagge, ci sono almeno 11 anziani disabili affetti da scabbia. Gli educatori della struttura che accoglie persone non autosufficienti sono anch’essi sottoposti al rischio contagio. Per di più il centro ospita ambulatori frequentati, tra gli altri, da mamme con neonati.
 – ” A quanto ci risulta la malattia si starebbe allargando ad altre strutture simili di Firenze. Per questo motivo, dopo aver fatto visita al centro, ho presentato un’interrogazione alla giunta regionale per chiedere quante strutture e persone sono coinvolte e se sono state attivate le procedure volte all’isolamento e alla cura delle persone colpite.
E’ inaccettabile che degli anziani siano costretti a vivere in queste condizioni in un centro diurno pubblico, non capiamo i motivi per cui questa notizia non sia stata diffusa, in modo da prevenire un ulteriore contagio.
Certo è che questa situazione pone seri dubbi sull’igiene di questi centri.
Forse non è un caso che il focolaio sia partito da una zona abbandonata a se stessa, dove pullulano le situazioni di degrado, di insediamenti abusivi, di incuria e discariche abusive. Ne sono un esempio le strutture limitrofe del ‘Casone’ e l’area ex Gover.  La Asl non faccia finta che il problema non esista, occorre piuttosto intervenire urgentemente perché non si allarghi.” –

DonzelliLaChiocciolaQUI DI SEGUITO IL TESTO DELL’INTERROGAZIONE.
Oggetto: casi di scabbia in centri diurni nella provincia di Firenze
Il sottoscritto consigliere
Considerato:
che nel centro diurno per anziani non autosufficienti ‘La Chiocciola’, sito in via dell’Osteria 18, quartiere le Piagge, si sono verificati diversi casi di scabbia;
che su 15 ospiti 11 sono stati colpiti dalla scabbia;
che i suddetti casi sono stati segnalati dagli operatori.
Interroga il Presidente della Regione per sapere:
se è a conoscenza dei fatti esposti in narrativa;
se corrisponde al vero il fatto che in altri centri diurni della provincia di Firenze si sarebbero verificati casi di scabbia e, in caso di risposta affermativa, in quali e quante persone sono state colpite;
se sono state attivate immediatamente le procedute volte all’isolamento e alla cura delle persone colpite, all’allertamento dei servizi di igiene e sanità pubblica per gli eventuali interventi di profilassi, e alla sanificazione dei locali dove il focolaio si sarebbe diffuso, alla sorveglianza clinica per la ricerca di altri casi di infestazione;
se si è compresa la causa della diffusione di suddetta malattia;
se il contagio non sia legato alla situazione di incuria e degrado in cui versa l’area circostante, dove sorgono numerose baraccopoli e occupazioni, oltre a discariche abusive a cielo aperto.

Consigliere Giovanni Donzelli

Vai direttamente al link originale ( Qui )

Marco Santi Guerrieri – OCCORRE UN PIANO “B” PER L’ITALIA.

Marco Santi Guerrieri  segretario comunale  di Lucca per FDI-AN – “Sono  solitamente contrario  commentare o discutere  di fatti e problematiche che rivestano interesse nazionale.” –
guerre“Purtroppo la barca sulla quale viaggiamo sia essa a livello locale che nazionale in un modo o nell’altro investe l’economia anche di noi piccoli e micro imprenditori ,  che tanto ci lamentiamo ma che poco facciamo per uscire dall’ impasse economica. Pertanto all’insegna delle considerazioni sorte  alla conferenza  di ” un Piano B per l’Italia ” ( leggi qui )  e che  condivido pienamente , la voglia di riprendere una mia vecchia fissa di condividere con le imprese certe tematiche  ( Leggi qui )  si riaccende portandomi a fare alcune considerazioni. “
monti bildenbergEra il 2011,  c’era   Mario Monti e  fu uno schifo d’anno, indimenticabile per l’amaro boccone che si stava preparando ai danni delle Partite Iva  italiane strozzate da un governo non eletto e votato unicamente alle lobbies bancarie .

Renzi-Merkel1Anni difficili anche quelli che seguirono ,  tutti da dimenticare  e oggi  col governo Renzi  la certezza della delega al futuro di tutti i nostri problemi economici .
IMG_0516La violenta recessione economica che ha investito  l’Italia e’ stata  affrontata non con metodi curativi, ma  unicamente sottrattivi           – dalle tasche degli italiani  – , all’insegna  di un regime che sotto gli occhi di tutti  sta sciolinando come necessaria  la pericolosa moda del fai da te,  Mi faccio un governo, Mi faccio un Senato, Mi faccio la Provincia , Mi prendo la Banca d’Italia e cosi’ via..  Insomma   -passatemi l’eufemismo, –  “si sono fatti  i cazzi loro” .

Foto Mauro Scrobogna /LaPresse 15-01-2013 Roma Politica RAI - trasmissione porta a porta Nella foto: Giorgia Meloni, Francesco Storace Photo Mauro Scrobogna /LaPresse 15-01-2013 Rome Politics RAI - porta porta tv show - In the picture: Giorgia Meloni, Francesco Storace
15-01-2013 Roma , Giorgia Meloni  e Francesco Storace a Porta a Porta .

Ora partendo daI principio che il destino degli italiani non deve essere votato all’estremo sacrificio  e che non puo’ essere oltremodo  condizionato dalla propaganda del  – resistere ad ogni costo –  perche’ c’e’  una luce in fondo al tunnel , qualcuno fortunatamente si chiede:   “se nel “belpaese ”  imprese, esodati, incapienti e disgraziati vari vivono e muoiano  di disperazione nella piu’ totale solitudine, sarà il caso di  mettere punto un  ” Piano B ”  da contrapporre a quanto sta accadendo ? ” ( Leggi qui )
12122741_906050609488904_3369090269440679143_nIl piano ” B” fortunatamente c’e’ , ed e’ stato presentato anche in questi giorni a Roma.leggi qui )
“Sarebbe auspicabile che le quote della Banca d’Italia fossero detenute proforma dai cittadini italiani
“E’ necessario per attuare il piano B, un decreto urgente per la divisone netta tra le banche di affari e quelle commerciali.”  Reintroduzione dell’Iri, inglobando la Cassa depositi e prestiti, con le originarie funzioni al fine di fornire alle imprese il supporto dello Stato e garantire l’occupazione. 

marco santi

 

Contatta Santi Guerrieri  ( qui
Voglio saperne di piu’          ( qui

#Santiguerrieri